Commenta per primo
Dopo una serie di prove deludenti, dopo la solenne arrabbiatura di mister Ventura nei suoi confronti otto giorni prima, il destino di Omar El Kaddouri pareva segnato: il Torino non avrebbe fatto nulla per riscattarlo. In questo senso, erano già intercorsi dialoghi interni alla società improntati proprio alla "restituzione" del marocchino al Napoli. Ma il tecnico ligure non ha voluto rassegnarsi: se ha concesso al trequartista molte prove d'appello è proprio perchè crede molto nelle sue qualità. E non si è dato per vinto, non ancora.

A Verona, El Kaddouri è stato - con sorpresa generale - nuovamente schierato come titolare. E se i primi 45' lo hanno visto di nuovo indolente e molle, nella ripresa eccolo salire in cattedra, confezionando addirittura due assist ed un gol: decisivo, come mai prima. La soddisfazione di Ventura ha le sue radici, oltre che - naturalmente - nei 3 punti raccolti, anche nel pensare di avere avuto, ancora una volta, ragione. Chiaro, non basterà mezza partita a cambiare le decisioni della società; ma se ne seguiranno altre come questa, allora sì per il 23enne nato in Belgio potrebbe disegnarsi un futuro granata.