Il traguardo è dietro l'angolo, sventola bandiera bianconera (senza scacchi). Emre Can e la Juventus sono pronti a dirsi sì, questa volta per davvero dopo mesi di silenzi, proposte di contratto, via libera, mani strette ma firme mai arrivate definitivamente e la comprensibile paura che potesse saltare tutto. Ma Emre è pronto a rivelarsi uomo di parola: prima di Natale aveva dato garanzia alla Juventus di firmare per essere il primo acquisto bianconero della stagione 2018/2019, una volta completata la stagione del Liverpool - per rispetto - potrà comunicare che tutto è stato definito anche nei dettagli finali.

MAIL E VISITA - Nelle ultime ore, dall'entourage di Emre Can è arrivata una nuova conferma alla Juventus via mail sull'intenzione di essere presto a Torino per ultimare tutto e far partire la fumata bianca (e nera). Il contratto sarà fino al 2023 e l'ingaggio di poco superiore ai 5 milioni di euro, il tedesco di origini turche si è convinto, aspetta soltanto di apporre la sua firma sull'accordo. Con tanto di visita top secret a Vinovo che c'è già stata, massima riservatezza per evitare scatti problematici visti i rapporti col Liverpool; Allegri ha dato il suo benestare a Emre Can in tempi non sospetti, lo ha rassicurato sull'importanza che rivestirebbe nella Juve 2.0 del prossimo anno, poi sarà Max a valutare se andare avanti col progetto bianconero o meno. Dovesse farlo, si ritroverebbe un Emre Can in più.