14
L’Inter vuole blindare Sebastiano Esposito il prima possibile. Sarà ovviamente necessario attendere la ripresa della normalità, ma tra le priorità della società di viale della Liberazione c’è proprio il contratto del giovane attaccante, che dovrà essere ridiscusso. Il classe 2002 compirà 18 anni il 2 luglio e la promessa che i nerazzurri hanno fatto al suo entourage già qualche mese fa è quella di riconoscere al calciatore la giusta considerazione. 

ALTA FEDELTÀ - Sia per i meriti sportivi (è tra i migliori prospetti in circolazione) che per la fedeltà che lui e la sua famiglia hanno mostrato all’Inter. Sono stati molti, infatti, i club che hanno allettato Esposito con offerte economiche da capogiro, avrebbero potuto strapparlo all’Inter esattamente come lo Zurigo ha fatto con Gnonto, ma di fronte hanno sempre trovato un muro invalicabile. La famiglia Esposito ha sposato in toto il progetto Inter e il ragazzo è pronto anche a ripartire, in prestito, da un’altra piazza. In un club che possa valorizzarlo e restituirlo a Conte più pronto è sicuro dei propri mezzi. Brescia, Verona e soprattutto Parma farebbero carte false, l’Inter studia la soluzione migliore, non prima di aver sistemato la questione contrattuale.