"E pensare che doveva fare il torero...", il pensiero ricorrente delle ultime ore nelle menti dei dirigenti e dei tifosi del Betis Siviglia, squadra andalusa che sogna l'Europa dopo il 3-1 ottenuto ieri sera ad Alaves, ottenuto grazie alla splendida doppietta dell'uomo in più per i biancoverdi in questa stagione, il classe 1993 (ma praticamente 1994, visto che è nato il 30 dicembre) Lorenzo Moron Garcia, più semplicemente Loren Moron. 

MEGLIO DI MESSI, SULLA SCIA DI MONTELLA - Ora Los Beticos sono a quattro punti dal sesto posto occupato dal Villarreal, l'ultimo valido per la qualificazione alla prossima Europa League, e a cinque dai rivali cittadini, il Siviglia di Vincenzo Montella, che occupa la quinta posizione, la quale garantisce l'accesso diretto ai gironi: Moron in questa stagione ha realizzato 5 reti in 6 presenze con la prima squadra, mettendo a referto una rete ogni 98 minuti, meglio di un certo Lionel Messi. Non male, per un calciatore che ha iniziato la stagione nella squadra B, realizzando diciassette gol in ventitrè partite. Quando gioca, Moron segna: prima presenza il tre febbraio contro il Villarreal con due reti, seconda contro il Deportivo con una rete, prima dei due gol di ieri, per un fabbisogno totale di 9 punti procurati. Il tutto dopo un esordio tardivo con la squadra di Quique Setien, a 23 anni inoltrati, dopo un lungo pellegrinaggio per il ragazzo nato a Marbella, tra Unión Estepona Club de Fútbol, Marbella e Betis B

IL DERBY CON IL PADRE E IL SOGNO NAPOLI - Non male per un torero mancato: da piccolo, stando a quanto riferisce il padre, la sua infanzia si divideva fra calcio e corrida, con il sogno di provare a diventare un domatore di tori professionista, prima della scelta, a 14 anni compiuti, di optare per il calcio. Il padre di Loren è un ex calciatore, difensore del Siviglia a fine anni '90: quando ha firmato per il Betis, squadra rivale, non ha trattenuto la rabbia, ma poi si è calmato, vedendo i successi del figlio. Attaccante dotato di una buona fisicità ma di ottima tecnica e di un notevole fiuto del gol: il rinnovo fino al 2021 firmato a inizio febbraio gli ha consentito di trovare un accordo che preveda la possibilità di essere aggregato finalmente alla prima squadra per poter giocarsi le proprie carte nella massima serie spagnola. In continua auge, ora Moron sogna in grande: prima l'Europa con il Betis, poi la grande occasione in un top club. Con un occhio particolare all'Italia: secondo quanto filtra dal suo entourage infatti, Loren ha un debole per il gioco del Napoli di Sarri e vorrebbe avere la possibilità di giocare per i partenopei, un giorno. Chissà se avesse scelto di fare il torero... 

@AleDigio89