6

La Fifa traccia un bilancio del calciomercato internazionale: nel 2013 ci sono stati 10.454 trasferimenti di calciatori per un valore totale di 3.360 milioni di dollari. In particolare sono aumentate le commissioni da pagare agli intermediari dei club, con incremento del 20% per un totale di 169 milioni. In totale sono stati 5.018 club di 164 paesi a realizzare trasferimenti internazionali tra il 1° gennaio e il 2 settembre 2013.
Il maggior numero di movimenti di calciatori è avvenuto tra Portogallo e Brasile (132) e tra Argentina e Cile (98), mentre le operazioni di mercato più costose sono avvenute tra Spagna e Inghilterra: 227 milioni di dollari per 38 giocatori; 148 i milioni invece spesi sull'asse Italia-Inghilterra.

La Premier League ha speso più di tutti in questo mercato estivo. Secondo lo studio Deloitte, i club inglesi hanno investito 742 milioni di euro: gli acquisti più onerosi sono stati Ozil per l'Arsenal (50 milioni di euro) e Willian per il Chelsea (37,5 milioni).
Al secondo posto Serie A (con un saldo positivo di circa 12 milioni di euro fra acquisti e cessioni) e Liga con 394,5 milioni di euro a testa (ma in Spagna si è registrato l'acquisto più caro di sempre, con i 100 milioni sborsati dal Real Madrid per Bale). Invece i club di Ligue 1 hanno investito 371 milioni di euro, meno quelli della Bundesliga che si sono fermati a 271.

Chiusura in positivo per la Serie A: al termine della sessione estiva del calciomercato 2013/14 il saldo fa segnare un +12.575.000 € (Spese: 400.205.000 € - Entrate: 412.780.000 € ). In totale sono stati 800 gli acquisti e 710 le cessioni. Dei giocatori in entrata il 7.4% è arrivato in prestito (59) mentre delle vendite il 49.2% trattasi di giocatori dati in prestito (349).
Ad oggi la Roma è la società con il miglior saldo (38.610.000 €, a fronte di 104.900.000 € in entrata e 66.290.000 € spesi). Per i giallorossi dato positivo dopo tre anni in negativo (-22.155.000 € nel 2012/13, -64.675.500 € nel 2011/12, -950.500 € nel 2010/11).  
Seguono Udinese (+11.600.000 €) e Parma (+9.585.000 €). Segno positivo anche per Torino 7.100.000 €, Sampdoria 6.450.000 €, Juventus 4.650.000 €, Bologna 3.450.000 €, Chievo Verona 2.900.000 €, Cagliari 2.000.000 €, Fiorentina 1.850.000 € , Catania 1.100.000 € e Atalanta 300.000 euro.
La cessione di Cavani è la migliore operazione in uscita dell’intera sessione (64.500.000 €). La vendita de “El Matador” al PSG risulta essere la quarta più pagata della storia italiana (dietro solo a Zidane 73.500.000 €, Ibrahimovic 69.500.000 € e Kakà 65.000.000 €). L’acquisto più esoso è stato Gonzalo Higuain, pagato dal Napoli 37.000.000 €.