63
Fiorentina e Juventus non vanno oltre lo 0-0 in un match non molto divertente, nel quale la tensione e l'aspettativa che hanno accompagnato il match hanno forse avuto la meglio sul resto. 

PRIMO TEMPO 
Allegri torna al 3-5-2 e schiera dal primo minuto l'inedita coppia Coman-Llorente. La Fiorentina si schiera con Gomez in avanti, supportato da Matías Fernández, Cuadrado e Joaquín. La partita appare subito tesa e bloccata: sono di più le ammonizioni, nella prima frazione, rispetto ai tiri in porta. Da segnalare solamente un buon tentativo di Matias Fernandez al 18' su calcio di punizione, sul quale i giocatori viola protestano per un fallo di mano di Chiellini, non sanzionato dall'arbitro. Il possesso della Juventus nel 1° tempo è stato del 46%: quest'anno solo con la Roma aveva chiuso la partita con possesso inferiore al 50%. 

SECONDO TEMPO
La seconda frazione è decisamente più combattuta e divertente: subito pericolosa la Juventus, con una rasoiata di Evra prima e con Pogba che aspetta troppo tempo per servire uno smarcato Llorente poi. Replicano i viola, vicini al vantaggio al 66' e al 68', con un tiro di Cuadrado e con Gomez fermato a tu per tu con Buffon da uno straordinario Bonucci. Episodio chiave all'ultimo minuto di recupero: proteste di Pogba e di tutti i bianconeri per un tocco di mano di Pizarro all'interno dell'area di rigore. Rigore, che per la verità, poteva starci. Termina 0-0, Juventus momentaneamente a quota 35, più 4 sulla Roma, impegnata domani contro il Sassuolo. La Fiorentina continua la propria striscia positiva, salendo a quota 20 punti e mantenendosi in lotta per le Coppe.
<