Commenta per primo

Vi proponiamo di seguito una parte delle lunga e bella intervista che Manuel Pasqual ha rilasciato a L’Avvenire. Queste le parole del capitano viola sul suo rapporto con l’attuale Ct della Nazionale, Cesare Prandelli: “È stato il primo a credere in me, ma anche il primo a smettere di farlo. Al sabato mi presentavo puntuale all’allenamento di rifinitura, ma al momento delle convocazioni il mio nome non figurava mai. Per sei mesi sono rimasto a guardare la Fiorentina dalla tribuna del Franchi e con la mia macchina seguivo la squadra anche in trasferta…. La gente mi vuole in Nazionale? Non credo che Prandelli la pensi così. Con Pazzini ruppe e poi lo ha chiamato? Sì, ma una volta sola, poi basta. Comunque la mia Nazionale adesso ha la maglia viola e il mio sogno è chiudere la carriera qui, a Firenze».