Commenta per primo
Il portale Repubblica.tv ha realizzato uno speciale dedicato alla Fiorentina Primavera impegnata mercoledì sera al Franchi nella finale di coppa Italia contro la Lazio. Un focus con interviste anche al tecnico della prima squadra del settore giovanile gigliato, Leonardo Semplici, al difensore Lorenzo Venuti ed al capitano della Primavera, e centrocampista Leonardo Capezzi. 'Qui ci sono diversi ragazzi, non solo dell'aretino o fiorentino, ma toscani, ed alcuni di loro sono qui dalla scuola  calcio – ha raccontato il tecnico viola Leonardo Semplici – C'è un'appartenenza particolare e quest'anno stanno arrivando risultati belli ed importanti anche per loro. La cosa importante è stata l'identità che abbiamo dato a questa squadra attraverso il gioco, la crescita dei singoli ma anche di squadra, cercando di ricalcare un po' l'identita' della prima squadra. Credo che lo stiamo facendo in maniera positiva. Montella ci sta seguendo in tutto e per tutto e spesso molti dei miei ragazzi si allenano in prima squadra e sono convocati in prima squadra'. 'E'un orgoglio per me giocare nella squadra di cui sono tifoso – ha aggiunto Leonardo Capezzi Il mio obiettivo in questo momento è cercare di alzare qualche trofeo, partendo dalla finale di coppa Italia, far bene alle finali di categoria e poi da lì un po' vedere il proseguo'. Lorenzo Venuti ha parlato anche delle sue convocazioni in prima squadra. 'Mister Montella è un allenatore bravissimo, sa approcciarsi benissimo con i giocatori. - ha spiegato l'esterno difensivo della Fiorentina Primavera - Ho con lui un rapporto semplice, quando mi chiama in prima squadra cerco sempre di farmi trovare, dare il massimo in ogni esercitazione e poi spetta a lui fare le sue valutazioni. Con mister Semplici ho un bellissimo rapporto che va avanti da due anni, ci confrontiamo spesso, spero che continui così anche in futuro'. Ad unire Lorenzo Venuti e Leonardo Capezzi l'avventura con le Under azzurre. 'E'un motivo ulteriore di orgoglio e di crescita far parte del gruppo dell'Under 19 dell'Italia, anche perchè giocare in campo internazionale ti permette di crescere e ti confronti con altri tipi di realtà e di calcio” ha sottolineato ancora Leonardo Capezzi proprio sulle sue frequenti convocazioni in azzurro; “Giocare a questa età in Nazionale è importante  perchè ti da' visibilità a livello non solo italiano ma anche internazionale. - ha concluso Lorenzo Venuti - È un motivo di crescita in piu' per i ragazzi come noi che hanno la fortuna di essere convocati. L'azzurro è un sogno, spero di meritare ancora di essere convocato da mister Pane e fare sempre meglio'.