Commenta per primo

Il Livorno ci ha provato con Juan Manuel Vargas, esterno della Fiorentina, giocatore tecnicamente super ma che di recente ha avuto diversi problemi comportamentali. In mattinata il primo faccia a faccia tra Spinelli e il ds viola Pradè, poi il bis all’ora di pranzo, mentre già da Firenze giungevano i rumors di un Vargas perplesso. Nel primo pomeriggio Spinelli e Pradè hanno trovato l’accordo: cessione con prestito secco, stipendio di 1,2 milioni di euro di cui 700mila euro a carico della Fiorentina e 500mila euro a carico del Livorno. A quel punto il pallino passava in mano al giocatore. Pradè ha riferito al procuratore Carlos Delgado dell’accordo, e subito il procuratore si è messo in contatto col giocatore. Un retroscena è svelato dal quotidiano Il Tirreno oggi in edicola. Una telefonata a Vargas è stata fatta anche da Roberto Spinelli, figlio di Aldo: i due si conoscevano perché lo scorso anno fu proprio Roberto Spinelli a trovare casa a Vargas a Genova, quando firmò il contratto col Genoa. Tutto inutile. La risposta del procuratore è stata secca. 'Vargas ringrazia il Livorno, ha apprezzato molto. Ma ha deciso di restare a Firenze perché convinto di potersela giocare e di riconquistare una maglia da titolare'. Mah...