274
Aurelio De Laurentiis è una furia. Dopo il pareggio per 2-2 contro l’Atalanta con l’azione discussa che ha portato al pareggio di Ilicic, il presidente del Napoli si è così sfogato a Sky Sport: "La cosa divertente è che mi dicono che devo chiudere con Sky perché dite che il rigore non c'è. Il problema non è questo. Io non credo che Rizzoli e Nicchi svolgano al meglio il loro lavoro. Il sottoscritto finanzia il calcio come tutti gli altri presidenti. Provvediamo all'esistenza del calcio, degli arbitri, della Serie B, C e di tutto lo sport. Abbiamo il diritto di essere ascoltati. Altrimenti Rizzoli e Nicchi si beccheranno tra gli ottanta milioni dei napoletani stanchi della prosopopea degli arbitri come i greci. Bisogna avere umiltà e devono capire le cose. A velocità normale quello è rigore tutta la vita. Ma date la soddisfazione a chi ha dato l'anima, agli spettatori di entrambe le squadre, rivedete l'azione! Poi si può accettare tutto. Ma questa intoccabilità di Rizzoli e Nicchi ci dà estremamente fastidio. Senza di noi loro farebbero la fame! Se esiste il VAR è inutile creare 9 minuti di recupero perché ci si spintona e non si vede il VAR. Ma cos'è questa cafonata dell'arbitro di buttare fuori un signore come Ancelotti? Ma fossi in lui io me ne andrei dall'Italia. Senza di noi Rizzoli e Nicchi andrebbero a pelare le patate! Siamo stanchi di essere sostenitori involontari della classe arbitrali”.