Commenta per primo

"A gennaio non parte nessuno" è la risposta criptica del vicepresidente del Milan Adriano Galliani a chi gli chiede se la sua dichiarazione di ieri che escludeva una partenza di Superpippo Inzaghi riguardi anche Ronaldinho che ha il contratto in scadenza. "Per i contratti dell'anno prossimo ci pensiamo in primavera o a fine inverno".

Galliani che non ha voluto rivelare i dettagli del suo incontro di ieri col presidente della Lega Beretta ("chiedetelo al presidente"), ha poi detto di ritenere l'assenza di italiani tra i candidati al Pallone d'oro, frutto "dei cattivi risultati della nazionale e dall'assenza di italiani nella squadra che ha vinto la Champions League".