Commenta per primo

 

 
Sono partiti questa mattina alla volta di Kiev Franco e Silvia, i genitori di Mario Balotelli. I due hanno lasciato Concesio, comune bresciano di 15 mila abitanti alle porte della Val Trompia, per raggiungere l'attaccante della Nazionale nel momento più importante, ad oggi, della sua carriera. Mamma Silvia era rientrata nel bresciano solo ieri per questioni legate ad alcuni documenti; in mattinata il nuovo viaggio insieme al marito per raggiungere Mario. Riservatezza e semplicità: questo contraddistingue la famiglia Balotelli stando a chi la conosce da tempo. Mamma Silvia, in particolare, sembra essere rimasta la stessa di sempre: è molto impegnata in parrocchia, non dice mai una parola di troppo. "Non amano le parole grosse" dice il sindaco di Concesio, Stefano Retali, che ieri ha incontrato i coniugi Balotelli. "Erano molto contenti ed emozionati - spiega - e ci tengono ad essere vicini a Mario". Entrambi non hanno mai cercato clamore e notorietà, tutelando al massimo la loro vita privata e affrontando con dignità le difficoltà con cui Mario si è dovuto scontrare per ottenere la cittadinanza italiana. Franco e Silvia "tengono molto alla loro vita normale - spiega il primo cittadino del comune bresciano - e stanno vivendo con dignità e compostezza ammirevoli un fatto straordinario".