18

Quasi sicuramente venerdì saranno seduti vicino, da bravi amici quali sono. Del resto è noto che Adriano Galliani ed Enrico Preziosi, nonostante la grande rivalità tra le tifoserie di Milan e Genoa, vadano parecchio d’accordo, specialmente quando si parla di mercato.

Senza andare troppo indietro nel tempo, basta pensare agli affari El Shaarawy e Boateng, entrambi arrivati al Milan dal club rossoblu e oggi importantissimi nell’economia del gioco di Allegri. Viaggio di sola andata da Genova a Milano anche per Marco Amelia, arrivato nel capoluogo lombardo nell’estate 2010. Biglietto di andata e ritorno invece per altri giocatori. Borriello, ad esempio, cresciuto nel Milan e passato al Genoa in comproprietà nel 2007, tornò a giocare con la maglia rossonera l’anno seguente, prima di vestire nuovamente la maglia rossoblu questa stagione. Percorso simile quello di Paloschi, anche lui, come Borriello, prodotto delle giovanili del club via Turati. L’attuale attaccante del Chievo esordì con il Milan nel 2008 e, dopo due anni e mezzo al Parma, fu girato in prestito proprio al Genoa. Poi il ritorno, seppur breve, a Milano. Ancor più da girovago è la carriera, sino a qui, di Merkel. Acquistato dal Milan dallo Stoccarda quando aveva 16 anni, il giovane centrocampista, dopo aver esordito con la maglia rossonera, è stato inserito come contropartita tecnica nell’operazione che ha portato El Shaarawy a Milano. Nel mezzo della sua avventura con i colori rossoblu, un’altra breve parentesi in prestito al Milan e poi ancora al Genoa a fine stagione. L’approdo più recente dal club ligure a Milanello è, però, quello di Kevin Constant. Arrivato con la formula del prestito e prossimo al riscatto, viste le sue buone prestazioni.

Queste sono solo alcune delle operazioni concluse dalla premiata ditta Galliani-Preziosi. E, nonostante sia solo marzo, Genoa-Milan potrebbe essere anche una buona occasione per i due per discutere dei possibili affari per giugno. I rossoneri cercano un centrocampista e negli ultimi giorni si sono fatti i nomi di Andrea Bertolacci e Juraj Kucka, guarda caso entrambi genoani. Tra i due, il Milan probabilmente opterebbe per Kucka, dato che, dopo il grave infortunio di De Jong, serve un giocatore muscolare che dia garanzie. Ma occhio anche a Bertolacci. Il ragazzo, in comproprietà con la Roma, sarebbe un ottimo interno di centrocampo nel 4-3-3 di Allegri. Inoltre, sempre in orbita Milan, continua a circolare con insistenza il nome di Mattia Perin, ora in prestito al Pescara proprio dai rossoblu. Un affare molto probabile, visto anche il contratto in scadenza a giugno di Christian Abbiati.

Un nome interessante per il Genoa, invece, potrebbe essere quello di Zaccardo, autentico jolly difensivo e poco impiegato da Allegri sino ad ora. Attenzione anche a Jorginho. Il Milan sembra vicinissimo all’italo-brasiliano dell’Hellas Verona e chissà che, uno volta acquistato, non lo possa girare proprio al club di Preziosi in prestito per garantirgli più possibilità di giocare. Non resta che ricordare l’appuntamento con Genoa-Milan, ma soprattutto con il prossimo calcio mercato.