Calciomercato.com

  • Giudice Sportivo: multa all'Atalanta per cori contro Napoli e lancio di oggetti. Squalificati Giroud e Theo

    Giudice Sportivo: multa all'Atalanta per cori contro Napoli e lancio di oggetti. Squalificati Giroud e Theo

    Multa da 25mila euro all'Atalanta per cori insultanti di matrice territoriale e cori oltraggiosi di matrice religiosa, nonché lancio di oggetti in campo in occasione della sfida con il Napoli, che a sua volta riceve un'ammenda da 5mila euro per un coro contro Gasperini. Sono alcune delle decisioni del Giudice Sportivo dopo le cinque partite della 13ª giornata di Serie A giocate tra venerdì e sabato. Il Milan perde Olivier Giroud e Theo Hernandez per squalifica in vista della prossima gara con la Cremonese.


    B) DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

    Il Giudice Sportivo dott. Gerardo Mastrandrea, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell'A.I.A. Carlo Moretti, nel corso della riunione del 6 novembre 2022, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:

    N. 34

    SERIE A TIM                                                                                         

    Gare del 4-5 novembre 2022 - Tredicesima giornata andata                                                                                 

    In base alle risultanze degli atti ufficiali si deliberano i provvedimenti disciplinari che seguono, con riserva dell’assunzione di altre eventuali decisioni, in attesa del ricevimento degli elenchi di gara:

    a) SOCIETA'

    Il Giudice sportivo,

    premesso che in occasione delle gare disputate nel corso della tredicesima giornata di andata sostenitori delle Società Atalanta, Cremonese, Lecce, Milan, Napoli e Salernitana hanno, in violazione della normativa di cui all’art. 25 comma 3 CGS, introdotto nell’impianto sportivo ed utilizzato esclusivamente nel proprio settore materiale pirotecnico di vario genere (petardi, fumogeni e bengala);

    considerato che nei confronti delle Società di cui alla premessa ricorrono congiuntamente le circostanze di cui all’art. 29, comma 1. lett. a) b) e d) CGS, 
    delibera,

    salvo quanto sotto specificato, di non adottare provvedimenti sanzionatori nei confronti delle Società di cui alla premessa in ordine al comportamento dei loro sostenitori.



    Ammenda di € 25.000,00: alla Soc. ATALANTA per avere suoi sostenitori, prima della gara e nel corso della stessa, intonato ripetutamente cori insultanti di matrice territoriale, nonché cori oltraggiosi di matrice religiosa, percepiti da tutti i collaboratori della Procura federale posizionati nelle varie parti dell'impianto (€ 12.000,00); per avere, inoltre, suoi sostenitori, al termine della gara, intonato un coro insultante nei confronti del Direttore di gara (€ 3.000.00); per avere, infine, suoi sostenitori, nel corso della gara ed al termine della stessa, lanciato, anche in direzione del Direttore di gara e di un calciatore della squadra avversaria,  alcuni oggetti di varia natura sul terreno di giuoco che non colpivano alcuno (€ 10.000,00); sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b) CGS.

    Ammenda di € 5.000,00: alla Soc. NAPOLI per avere suoi sostenitori, al 44° del primo tempo, intonato ripetutamente un coro insultante nei confronti dell'allenatore della squadra avversaria, percepito da tutti i collaboratori della Procura federale posizionati nelle varie parti dell'impianto.


    b) CALCIATORI

    CALCIATORI ESPULSI

    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA


    GIROUD Olivier Jonathan (Milan): doppia ammonizione per comportamento non regolamentare in campo.

    CALCIATORI NON ESPULSI

    SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA


    HERNANDEZ Theo Bernard (Milan): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Quinta sanzione).

    AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 2.000,00 (PRIMA SANZIONE)

    MESSIAS JUNIOR Walter (Milan): per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria.


    d) DIRIGENTI

    AMMONIZIONE CON DIFFIDA


    MARINO Umberto (Atalanta): per avere, al termine della gara, nello spazio antistante gli spogliatoi, avvicinandosi al Direttore di gara, contestato in maniera irruenta l'operato di quest'ultimo.

    Altre Notizie