37

Per la Roma è arrivata una doccia gelata inaspettata, e a tirare la secchiata d'acqua è stato il presidente del Cagliari Giulini. Il patron dei sardi si è concesso in una lunga intervista per L'Unione Sarda, e ha colto l'occasione per parlare di mercato e lanciare un chiaro segnale alla Roma.

DOCCIA GELATA - L'oggetto del contendere tra le due società è il centrocampista belga Radja Nainggolan. Passato dal Cagliari alla Roma lo scorso gennaio, il classe '88 è costato fino ad ora ai giallorossi 3 milioni per il prestito semestrale e 6 milioni per la prima metà del cartellino. Come ha ricordato Giulini la Roma dovrà esercitare il diritto di riscatto della seconda metà del cartellino entro gennaio, le due parti avranno quindi un mese di tempo per discutere il reale valore del giocatore. "In questo momento siamo molto distanti, noi e la Roma, da una valutazione reale del giocatore. Leggo e sento che la metà di Nainggolan varrebbe dieci milioni. Mi sembra una schiocchezza, è uno dei migliori centrocampisti d'Europa".

DUE PRETENDENTI - Da tempo si sono riscontrati sondaggi da parte di Juventus e Liverpool per capire se ci sono margini per inserirsi nella trattativa ed acquistare la metà di cartellino di proprietà del Cagliari. Nainggolan è innamorato di Roma e dell'ambiente giallorosso, appare quindi, anche se non da escludere a priori, molto difficile un suo approdo agli arcirivali juventini in questo momento (numerosi gli screzi tra il giocatore e i tifosi bianconeri su twitter). Più probabile un suo passaggio Oltremanica, dove costituirebbe il primo dei tasselli per il rafforzamento del Liverpool di Rodgers.