4
Nella storia del Barcellona. A 16 anni. Ansu Fati toglie le castagne dal fuoco ai catalani, pareggiando con un bellissimo colpo di testa contro l'Osasuna e dando il là alla rimonta blaugrana, frenata dal rigore di Torres all'81esimo, e diventa il più giovane marcatore della storia del Barça nella Liga a 16 anni e 304 giorni. Sì, meglio di Messi, Krkic, Pedro e compagnia: il prodotto della masia gioca, segna e si emoziona, col volto rigato dalle lacrime dopo aver festeggiato coi compagni. 

FUORI ROSA A 9 ANNI - Una storia incredibile quella del numero 31 del Barcellona: arrivato alla Masia nel 2012, a soli 10 anni, dopo che Monchi lo aveva messo fuori squadra a Siviglia a 9 anni perché aveva scoperta della 'trattativa' coi catalani; tre anni dopo la frattura alla tibia e al perone, un anno fermo a causa della sospensione inflitta dalla Fifa al Barcellona per i tesseramenti illeciti dei giovanissimi, la depressione e le difficoltà. Fino all'incontro con Victor Valdes. 

GRAZIE VICTOR VALDES - Il sedicenne, che compirà 17 anni il prossimo 31 ottobre, faceva fatica a giocare, poi è intervenuto l'ex portiere: "Aveva dolore ai piedi per colpa degli scarpini, difatti erano un disastro. Siamo andati a comprarne un paio nuovo e ha ricominciato a giocare bene. Nessuno aveva capito che la colpa era degli scarpini.  È un talento purissimo ma deve essere lasciato libero in campo, senza ingabbiarlo in schemi". Settimana scorsa il debutto tra i grandi (secondo più giovane della storia dopo Vicente Martinez Alamache), oggi il primo gol per rimontare l'Osasuna e superare Bojan Krkic come più giovane marcatore della storia del Barcellona nella Liga. Ansu Fati ha fatto il suo ingresso nel calcio che conta. E deve "ringraziare" gli scarpini di Victor Valdes.

@AngeTaglieri88