I voti di Calciomercato.com al mercato di gennaio.

ATALANTA 6 Ha poco da fare, infatti non fa quasi nulla. Libera Orsolini, che Gasperini non vede proprio, e Kurtic, ormai riserva della riserva. Ok l'acquisto per giugno di Mattiello.

 

BENEVENTO 6,5 Un gran viavai di giocatori: organizzato o disperato? Buttiamoci e vediamo cosa succede, ma almeno si prova a invertire un destino che sembra segnato dalla prima giornata. Triste l’addio di Ciciretti, il talento più imprevedibile del gruppo; affascinante l’ingaggio di Sandro, un ex campione. Puggioni può dare un po’ di sicurezza in più.

 

BOLOGNA 6,5 Dzemaili è un ritorno che sta portando benefici, Orsolini un talento da valorizzare adatto al gioco di Donadoni. Se ne vanno due riserve: non un gran danno. Su tutto, ovviamente, la conferma di Verdi, anche se l’avevano venduto...

 

CAGLIARI 5,5 In entrata un paio di difensori che sono scommesse, in uscita spera di chiudere un bel colpo, a mercato italiano chiuso: la cessione di Van der Wiel in Canada.

 

CHIEVO 6,5 La cessione di Inglese è un incubo che non si materializza, l'arrivo di Giaccherini in extremis un acquisto importante nella lotta per la salvezza.

 

CROTONE 7 Crede a un’altra salvezza e, là in coda, fa i colpi migliori, uno per reparto: Capuano, Benali, Ricci. Più Zanellato, un ragazzino che può aiutare.

 

FIORENTINA 5 Babacar per Falcinelli è un’operazione più economica che tecnica: i soldi del senegalese entreranno (c’è l’obbligo di riscatto), quelli per l’attaccante del Sassuolo potrebbero non uscire (c’è solo il diritto di riscatto). Un altro mercato che guarda alle tasche più che al campo, l’unico tentativo di trovare un sorriso è nei piedi di Dabo.

 

GENOA 5,5 Già va male, in più cede un giovane come Pellegri che, in determinate circostanze, poteva diventare utilissimo. Certo l’operazione dal punto di vista economico è estremamente vantaggiosa, ma chi tira su questa squadra? Ci proveranno Hiljemark e Bessa: auguri.

 

INTER 4 Una Caporetto: non arriva Pastore né il centrocampista chiesto a gran voce da Spalletti. L’argentino salta addirittura per i 5 milioni di prestito che i cinesi non vogliono pagare. Diciamo la verità, Suning sul mercato è la delusione dell’anno. Via Joao Mario, ecco Lisandro Lopez (una riserva del Benfica) e Rafinha (una scommessa enorme). In questo gennaio potrebbe essere riuscita a indebolirsi: non era facile.

 

JUVENTUS 5,5 Dybala è fermo, Cuadrado deve addirittura operarsi e starà fuori un paio di mesi, eppure là davanti si libera anche di Pjaca. Per carità, il gruppo degli attaccanti rimane pieno di qualità, ma sarebbe stato lecito attendersi uno sforzo per evitare di rimanere scoperti ora che la stagione entra nel vivo (tra l’altro dalla Coppa Italia riconsegna Bernardeschi e Douglas Costa acciaccati). A vuoto l’affondo per Politano e altri sondaggi.

 

LAZIO 6,5 La difesa era da rafforzare e arriva Caceres, in gran spolvero a Verona: ingaggio annunciato dall’estate però davvero opportuno. Con un centrocampista di qualità e quantità, sarebbe stata da applausi. Rimane il dubbio sul secondo portiere: se a Strakosha viene il raffreddore, sono guai.

 

MILAN 5,5 Cercava un vice-Kessie che non arriva. Niente di drammatico, visto il clamoroso mercato estivo, però un piccolo sforzo ci si poteva aspettare.

 

NAPOLI 4 Un mercato quasi surreale: compra Younes e lo vede scappare il 30 gennaio per misteriosi motivi familiari; acquista Verdi e si fa dire di no; sposa Politano e non convince il Sassuolo; Klaassen salta per i diritti d'immagine. Così a Sarri resta solo Ounas, perso anche Giaccherini che passa al Chievo riducendo le soluzioni a disposizione del tecnico.

 

ROMA 4,5 Pensa solo a incassare, anche se Baldissoni sostiene il contrario. Cede Emerson Palmieri, e apre una falla a sinistra come alternativa a Kolarov, e cede anche Dzeko, che rimane solo perché è lui a rifiutare il Chelsea. L’acquisto di Jonathan Silva è incomprensibile: serve un terzino sinistro pronto, ne arriva uno che non gioca da tre mesi e si è operato al ginocchio. La sensazione di una società che si allontana sempre più dal vertice. E l'immediata cessione di Moreno, meravigliosa idea estiva di Monchi, è una bocciatura anche per il direttore sportivo spagnolo.

 

SAMPDORIA 6,5 Già il fatto di avere confermato tutti, ad esempio Zapata, è un segnale positivo. E la scelta di respingere l’offerta del Sassuolo per Caprari è un’indicazione chiara: vuole provare fino in fondo ad andare in Europa.

 

SASSUOLO 7,5 Tre colpi d’oro: la conferma di Politano (da quelle parti non hanno bisogno di incassare a tutti i costi, pensano prima al campo); l’acquisto di Babacar, l’acquisto più costoso del mercato italiano; il riscatto a titolo definitivo di Lirola. Intriga Lemos, che molti volevano: sostituirà Cannavaro.

 

SPAL 6,5 Nella corsa alla salvezza uno come Kurtic può diventare importantissimo. Altri movimenti per cercare di completare e potenziare la rosa.

 

TORINO 5,5 Salta l’auspicato arrivo di Donsah, ci si aspettava qualche piccolo rinforzo per Mazzarri.

 

UDINESE 6,5 Poche operazioni di contorno in un organico che, con Oddo, sta volando. Respinti gli assalti per Barak, Jankto e Fofana.

 

VERONA 5 Come previsto perde Caceres, il miglior difensore, e lo sostituisce con Vukovic; prova a cambiare in attacco con Matos e Petkovic al posto di Bessa e Pazzini. Mah.

 

@steagresti