57
Zlatan Ibrahimovic è il faro che Boban e Maldini vorrebbero issare al centro del Milan. Punta in attacco, punto di riferimento nello spogliatoio. Una luce utile per illuminare una squadra troppo giovane, inciampata troppe volte - in questa prima parte di stagione - nell'ingenuità e nella scarsa esperienza. Oltre ai raggi del fenomeno svedese, però, il Milan lavora su altri obiettivi. La dirigenza rossonera, infatti, punta a chiudere tre acquisti per il mese di gennaio, con l'obiettivo di dare una svolta ad un'annata sin qui troppo storta

A CACCIA DI GOL - A prescindere da Ibrahimovic, una punta arriverà sicuramente. Deludente, infatti, il rendimento di Kris Piatek, mentre Leao ha mostrato grandi doti, ottime capacità ma è ancora troppo discontinuo e soprattutto poco concreto sotto porta. Qualora in Via Aldo Rossi non si chiudesse l'affare Ibra, ecco pronte le alternative. Raiola, nelle scorse settimane, ha proposto Moise Kean, che piace però anche alla Roma e che l'Everton vorrebbe trattenere a Liverpool. Le altre opzioni portano a Mariano Diaz, Brahim Diaz e Adolfo Gaich
GLI ALTRI RUOLI - I rinforzi, però, non si fermano all'attacco. Maldini e Boban considerano anche un nuovo difensore centrale: Caladara è ancora ai box, mentre Duarte non ha sin qui convinto. In pole c'è Merih Demiral della Juve, seguito dal compagno di squadra Rugani. Probabile, specie dopo il summit di pochi giorni fa in sede, anche l'addio di Ricardo Rodriguez: in questo caso andrebbe trovata la riserva di Theo Hernandez. Non risulta, invece, l'idea di rimpiazzare Franck Kessie in caso di addio.