Commenta per primo

Gaston Ramirez in campo dal primo minuto contro la Sampdoria? Alberto Malesani ci sta rimuginando su, da una parte è fortemente tentato dalla voglia di impiegarlo da subito in una partita in cui servirà anche una buona dose di qualità e di fantasia, ma da un’altra non vorrebbe forzare troppo la situazione, anche perché a oggi il ragazzo uruguaiano ha una condizione fisica sommaria, avendo alle spalle solo una decina di giorni di lavoro fatti con una certa intensità. Senza dimenticare che Ramirez ha solo 19 anni, con la conseguenza che gli va dato il tempo di ambientarsi nel nostro calcio, di crescere sia sul piano fisico che su quello tattico. Certo, anche su quello tattico, perché in Italia un giocatore fa la differenza non solo quando può mettere a disposizione della squadra il suo talento, ma anche quando sa stare in campo. Morale: dopo aver detto che ieri Malesani lo ha impiegato nella squadra dei titolari, aggiungiamo che tra oggi e domani il tecnico rossoblu non lo perderà di vista neanche un secondo, non potendo e non volendo correre il rischio di commettere un errore, poi prenderà una decisione sul daffarsi. La sensazione è che ora come ora Ramirez sia più si che no, ma è evidente che saranno decisivi gli ultimi due allenamenti, nel corso dei quali Ramirez dovrà anche evidenziare di poter eventualmente reggere certi ritmi almeno per un’oretta. Almeno a guardare quello che è emerso dalla seduta di ieri pomeriggio, il Bologna che sarà chiamato ad affrontare la Sampdoria non sarà molto diverso da quello impiegato domenica passata a Catania. Sì, perché Malesani ha riproposto la stessa difesa, da destra a sinistra Garics, Portanova, Britos e Rubin, e anche lo stesso centrocampo, precisamente Mutarelli, Perez e Mudingayi, anche se successivamente Mutarelli ha lasciato il posto al giovane Radovanovic. Tirando le conclusioni, un dubbio dovrebbe riguardare (appunto) il centrocampo, dove sono sicuri del posto Mudingayi e Perez, con Mutarelli che sembra in vantaggio su Radovanovic e Casarini, mentre gli altri interessano l’attacco. Sempre ieri Malesani ha fatto giocare Gimenez, Di Vaio e Ramirez, ma da qui a domenica potrebbe anche rivedere le sue idee. Per quanto riguarda Ramirez abbiamo già detto tutto, ma per il momento non è sicura neanche la presenza dal primo minuto di Gimenez, che si giocherà il posto con Siligardi. In poche parole, tra Ramirez, Gimenez e Siligardi due giocheranno e uno partirà dalla panchina. Meggiorini? Potrebbe entrare a giochi avviati, a meno che tra oggi e domani convinca Malesani a dargli una maglia da subito. In quel caso il Bologna giocherebbe con il 4-3-1-2 e non con il 4-3-3.