Calciomercato.com

  • Il Bayern è Storia, PSG avvertito: Gnabry-Lewandowski miglior coppia-gol di sempre in Champions

    Il Bayern è Storia, PSG avvertito: Gnabry-Lewandowski miglior coppia-gol di sempre in Champions

    • Alberto Polverosi
      Alberto Polverosi
    Tre volte Inter in due finali. La squadra di Conte in Europa League, il parigino Icardi contro il bavarese Perisic in Champions. Tutto rientra nella norma. In finale di Champions arrivano due candidate, non due sorprese. Grazie alla doppietta di Gnabry, il Bayern ha raggiunto il Psg battendo un’altra francese, il Lione. Vittoria netta (3-0) nel punteggio, un po’ meno nel gioco. Garcia aveva studiato bene il Bayern e preparato ancora meglio la partita, a cui è rimasto attaccato fino al 3-0 di Lewandowski, a due minuti dalla fine. Anche per questa ragione il Bayern non si è ripetuto sui livelli del Barcellona. In ogni caso, il totale fa 11 gol nelle ultime due partite. Se poi conta il passato, si può aggiungere che il Bayern Monaco arriva per l'undicesima volta (come il Milan) a una finale di Coppa Campioni/Champions League e solo il Real Madrid (16) ne ha disputate di più. Poi: il Bayern è la prima squadra ad arrivare in finale di Champions League avendo vinto tutte le partite disputate (10 su 10) dopo il Milan '92-'93 che, dopo un 6 su 6, perse la finale. Infine: come il Bayern del 2013 e il Real Madrid del 2015, anche questo Bayern ha vinto le prime 10 partite in una singola stagione di Champions League. Il Psg, alla prima finale della sua storia, è avvertito. Giocherà contro la Storia.

    NESSUN CAMBIO - Garcia e Flick non avevano cambiato di una virgola le formazioni che avevano conquistato la semifinale e del resto se il Lione aveva eliminato il City e se il Bayern ne aveva fatti 8 al Barcellona non c’era ragione per farlo. Il tecnico ex romanista non si è fatto convincere nemmeno dalla doppia prodezza di Moussa Dembélé che, entrato nella ripresa, aveva segnato una doppietta decisiva contro il Manchester City: panchina anche stavolta. In ogni caso, quella è stata la decisione meno felice perché quando è entrato Dembélé, sul 2-0 per il Bayern, l’attacco francese si è rivitalizzato.

    PARTENZA FRANCESE - Un palo e due occasioni in poco più di un quarto d’ora hanno fatto capire che il Lione era ben dentro la partita. C’era soprattutto sul piano tattico: la squadra di Garcia non pendeva di un capello, schierata compatta in difesa ma pronta come una tigre a saltare addosso al Bayern appena perdeva palla. Errore di Thiago Alcantara, aggancio di Caqueret, palla verticale per Depay: davanti a Neuer l’olandese ha messo sull’esterno della rete. Era solo il 4'. Nove minuti dopo salvataggio splendido di Boateng. Altri 4' e palo di Toko-Ekambi. Il Bayern teneva palla, il Lione faceva male.

    FULMINE TEDESCO - Ma quando ci sono i grandi giocatori, tutto può succedere da un momento all’altro. Un passaggio intelligente di Kimmich è stato trasformato da Gnabry in un capolavoro: è partito da destra, ha saltato Bruno Guimaraes, ha tagliato al centro e mentre Denayer stava per agguantarlo ha fatto partire un sinistro che si è spento all’incrocio dei pali. Il Bayern ha respirato e ha preso a controllare il campo con un possesso palla non troppo incisivo ma capace di tenere indietro i francesi. Su un altro spunto di Gnabry, il Bayern ha raddoppiato: è stato proprio Gnabry a partire, cross di Perisic, duello Lopes-Lewandowski vinto dal portiere francese ma con la palla rimasta in area piccola, dove Gnabry è piombato come un falco.

    CON DEMBELE’ - Nonostante i due gol di scarto, il Lione non si è scoraggiato. Inserendo Dembelé e portando la difesa a 4, Garcia ha liberato Aouar che ha cominciato a mostrare il suo calcio e a creare problemi al Bayern. Neuer ha salvato la porta con una prodezza su Toko-Ekambi. Ha cambiato anche Flick: via i due esterni e dentro Coman e Coutinho; via i due di centrocampo e dentro Tolisso e come terzino destro Pavard che ha spinto in mezzo al campo proprio Kimmich, la cui punizione è diventata l’assist per la rete di testa di Lewandowski. Con questa sono 15 reti del polacco, unite alle 9 di Gnabry fanno 24: i madridisti Ronaldo e Bale si erano fermati a 23 nel 2013-14, adesso è del Bayern la migliore coppia-gol della storia della Champions League.


    BAYERN MONACO - LIONE 3-0 

    MARCATORI: 18' Gnabry, 33' Gnabry, 88' Lewandowski

    LIONE (3-5-2): Lopes; Denayer, Marcelo, Marcal (dal 73' Cherki); Dubois (dal 67' Tete), Caqueret, Guimaraes (dal 46' Mendes), Aouar, Cornet; Depay (58' Dembele), Toko Ekambi (dal 67' Rene-Adelaide). All. Rudi Garcia.

    BAYERN MONACO (4-2-3-1): Neuer; Kimmich, Boateng (dal 46' Sule), Alaba, Davies; Goretzka (dal 82' Pavard), Thiago Alcantara (dal 82' Tolisso); Gnabry (dal 75' Coutinho), Muller, Perisic (dal 63' Coman); Lewandowski. All. Flick.

    Arbitro: Lahoz

    Ammoniti: Marcelo, Marcal, Mendes

    Espulsi: 

    Altre Notizie