1

La sessione di calciomercato si è appena conclusa. I campionati sono già iniziati, ma le trattative tra calciatori e società non si fermano mai tra regole e divieti. Per saperne di più Calciomercato.com ha deciso di porre alcune domande all'avvocato Jean-Christophe Cataliotti, agente FIFA, esperto di diritto sportivo e degli aspetti economico-aziendali legati al mondo del calcio, nonché titolare dei corsi di Reggio Emilia per aspiranti osservatori e agenti dei calciatori (per info si rimanda al sito www.footballworkshop.it).

Cataliotti, chiusa questa sessione di calciomercato, quali sono le trattative possibili e quali quelle vietate?

Occorre distinguere, in base a quanto previsto dall'art. 95 delle Norme Organizzative Interne della FIGC (NOIF) tra trattative relative a calciatori con contratto pluriennale non in scadenza a fine stagione e calciatori con contratto in scadenza a fine stagione sportiva.

Per i calciatori non in scadenza?

Per tali calciatori sono vietati i contatti e/o le trattative, dirette o tramite terzi (es. agenti dei calciatori), tesserati o non, tra società e calciatori senza preventiva autorizzazione scritta della società titolare del contratto.

Per i calciatori con contratto in scadenza a fine stagione?

Fino al 31 dicembre, sono vietati i contatti e le trattative dirette o tramite terzi con calciatori tesserati per altre società. Viceversa, a partire dal 1 gennaio, sono consentiti i contatti e le trattative tra calciatori e società, nonchè la stipula di accordi preliminari. Però attenzione: la società che intenda concludere un contratto con un calciatore deve informare per iscritto la società di quest'ultimo. prima di avviare la trattativa con lo stesso.

In che cosa consistono gli accordi preliminari?

Sono i contratti che le società possono stipulare come previsto dall'art. 105 delle NOIF. Essi hanno natura di contratti ad efficacia differita ed hanno ad oggetto trasferimenti, cessioni di contratto, nuovi contratti o rinnovi di contratti relativi alle prestazioni sportive dei calciatori.

E agli agenti dei calciatori che divieti vengono imposti?

Viene, in particolare, vietato di contattare calciatori che siano sotto contratto con una società di calcio al fine di convincerlo a risolvere anticipatamente il loro contratto.

E se il calciatore dovesse risolvere il contratto?

Salvo prova contraria, in caso di risoluzione del contratto senza giusta causa da parte di un calciatore, la responsabilità dell'agente per induzione alla risoluzione è presunta.

Anche per il calciatori, se si parla di calciomercato, ci sono degli obblighi da rispettare?

La risposta è affermativa. I calciatori, infatti, fino a sei mesi prima della scadenza del loro contratto di prestazione sportiva, non possono dare incarico ad alcun agente di ricercare altra società senza il consenso della società di appartenenza.