In attesa di possibili svolte sul fronte societario, il Milan è costretto a un mercato col bilancino e, come confermato ieri dall'amministratore delegato Marco Fassone, per un certo numero di entrate sarà necessario effettuare altrettante cessioni. L'imperativo in via Aldo Rossi è di vendere senza mettere a bilancio minusvalenze e dunque si ascolteranno tutte le offerte in arrivo per i propri pezzi pregiati, ma saranno realmente prese in considerazione solo quelle ritenute congrue rispetto al valore dei calciatori in questione. Tra questi c'è Alessio Romagnoli che, nonostante un recente rinnovo di contratto fino al 2022, è uno dei difensori più ambiti sul mercato.

Piace soprattutto in Premier League, dove l'allenatore del Manchester United José Mourinho ha indicato il suo nome come uno dei prospetti più interessanti in giro per l'Europa. Secondo quanto riporta Il Corriere dello Sport, dopo il secco no dell'Inter per Skriniar, lo Special One ha deciso di puntare con forza sul centrale rossonero mettendo sul piatto una prima offerta di 45 milioni di euro più 5 di bonus. Proposta rispedita al mittente ma, qualora fosse migliorata, potrebbe essere seriamente valutata dal Milan.