349
Il Marocco vince 2-0 contro il Belgio, ma la festa a Bruxelles della comunità marocchina ha portato a scontri e tensioni nel centro della città: alcuni tifosi hanno dato il via a lancio di petardi distruggendo anche alcune auto. Gli agenti hanno cercato di riportare la calma, dalle prime ricostruzioni i facinorosi sono stati già arrestati.

AUTO IN FIAMME - Nella capitale belga, dove è numerosa la comunità di immigrati marocchini, automobili, motorini e monopattini elettrici sono stati dati alle fiamme (foto Sky.it). Immediato l'intervento delle forze dell'ordine, in divisa anti sommossa che hanno utilizzato idranti per disperdere i tifosi del Marocco. 

CENTRO DEVASTATO - Alcune decine di giovani infatti hanno assaltato le strade del centro della capitale belga e la zona della stagione di Midi: ne è nata una serata di guerriglia urbana per l’intervento di un centinaio di agenti della polizia in tenuta anti-sommossa con camionette e idranti, dopo la distruzione dell’arredo urbano del centro e gli incendi appiccati nella zona tra Lemonnier e Place Bourse, oltre al lancio di pietre e petardi. Un giornalista è stato ferito al volto dai fuochi d'artificio, chiuse diverse stazioni della metro.
IL MESSAGGIO DEL SINDACO - "Condanno con la massima fermezza gli incidenti, la polizia è già intervenuta con fermezza - ha scritto il sindaco di Bruxelles Philippe Close -. Consiglio ai tifosi di non venire in centro città. La polizia sta usando tutti i suoi mezzi per mantenere l’ordine pubblico. Ho dato loro ordine di procedere con gli arresti amministrativi nei confronti dei responsabili degli scontri".