A caccia della rinascita, nel giorno del suo compleanno. Ciro Immobile festeggia 29 anni, lo fa affrontando questa sera il Siviglia, sua ex squadra nel 2015-2016, nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. Una partita complicata, dopo lo 0-1 dell'andata, la prima di un periodo delicato della Lazio che ha bisogno di ritrovare il suo bomber. Autore fino ad ora di 15 gol, Immobile si presenta alla sfida del Sanchez Pizjuan reduce da un infortunio e con un digiuno dal punto di vista realizzativo che dura da troppo tempo, dal guizzo del 31 gennaio di Coppa Italia contro l’Inter, troppo per un giocatore che la scorsa stagione ha messo a segno 41 reti tra campionato e coppe e nello stesso periodo dell’anno guidava la classifica marcatori della Serie A con 20 gol all’attivo.  

FUTURO IN BILICO - Con la “crisi” del giocatore è coinciso anche un periodo difficile per la Lazio, che orfana dei suoi gol ha perso due delle ultime quattro partite, mettendo a repentaglio il passaggio del turno in Europa League e perdendo terreno dal quarto posto in campionato. A distrarre l’attaccante cresciuto nella Juve ci ha pensato anche il mercato, con la ricca offerta (rifiutata) del Dalian Yifang, attuale squadra di Hamsik, e l'interesse concreto del Napoli, che è alla ricerca di un finalizzatore di livello da affiancare a Milik. Ogni discorso è rimandato a giugno, quando ci sarà un confronto con Lotito. Immobile è legato alla Lazio da un contratto in scadenza nel 2023, a Roma sta bene ma il suo addio non è da escludere. Ora le priorità sono altre, uscire da questo momento di difficoltà e provare a regalare alla Lazio il passaggio del turno in Europa League. Il modo migliore per farsi il regalo di compleanno.