148
Undicesima sconfitta in campionato, la quarta in casa e alla fine la contestazione è arrivata anche a Dortmund. Ma, al di là delle immagine dei giocatori del Borussia convocati sotto la curva per affrontare la rabbia mista a sconcerto per l'ultimo posto in classifica, anche la stampa tedesca oggi si concentra sulle possibili conseguenze di una crisi che sembra non avere via d'uscita. E il prossimo 24 febbraio c'è la gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League contro la Juventus... 

CORPO ESTRANEO - Tra i principali responsabili del disastro della squadra finalista nell'edizione 2013 a Wembley solo un anno e mezzo fa c'è anche l'attaccante italiano Ciro Immobile, passato dal Torino (via Juve) al Dortmund per 18,5 milioni di euro ma incapace di rispondere alle aspettative della dirigenza. E' questo l'impietoso giudizio della Bild, che tratteggia un profilo assolutamente disastroso del giocatore di Torre Annunziata, reduce dai 22 gol segnati nell'ultimo campionato di Serie A. Lento, limitato tecnicamente e incapace di saltare l'avversario nell'uno contro uno, Immobile ha la colpa principale di non essersi integrato nel sistema di gioco di una squadra abituata a giocare a memoria e che aveva in un certo Lewandowski il suo punto di riferimento offensivo. Solo 3 reti in Bundesliga in 15 partite, 4 in 5 in Champions League, ma raramente la sensazione di essere un giocatore in grado di risultare determinante.
REBUS PUNTE AL MILAN - Anche in caso di salvezza, se il rendimento dell'italiano restasse questo il Borussia Dortmund deciderà di sacrificarlo per arrivare ad un giocatore più pronto per una formazione da anni abituata a recitare un ruolo da protagonista sia in Germania che in campo europeo. Di Milan per Immobile si è già parlato nelle scorse settimane, ma l'interesse è destinato a riaccendersi in estate, anche perchè le strategie del club rossonero sul proprio reparto offensivo per l'anno prossimo sono ancora tutte da stabilire. Con Pazzini che andrà in scadenza di contratto e sarà lasciato libero, Galliani si guarderà sicuramente attorno alla ricerca di un'altra punta, come dimostrano i recenti sondaggi per il sampdoriano Okaka. Occhio inoltre alla situazione di Mattia Destro, che a giugno può essere riscattato dalla Roma per 16 milioni di euro (più 2 di bonus, pagabili in più esercizi), una cifra molto impegnativa per lo stato attuale delle finanze rossonere, a maggior ragione in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League. Lo stesso direttore sportivo giallorosso Sabatini non ha escluso ieri un ritorno nella Capitale del bomber marchigiano, che continua a vantare molti estimatori sia in Premier che in Bundesliga. Ecco perchè a luglio il nome di Immobile al Milan può tornare di attualità.