141
Lorenzo Insigne, attaccante e capitano del Napoli, ha risposto alle domande dei tifosi dal ritiro di Dimaro. Tanti i temi toccati, dal passaggio di Sarri alla Juve al suo futuro.

SU SARRI ALLA JUVE - "Per noi napoletani è un tradimento, lo sarà sempre. Ma ora dobbiamo pensare a noi e cercare a tutti i costi di batterlo. Ora che è andato alla Juve non voglio più parlare di lui".

SUL SUO FUTURO - "Non ho mai pensato di andare via da Napoli. Sono giovane e sto bene quii, spero di rimanere a vita a Napoli!".

SU JAMES - "I campioni sono sempre benvenuti, non spetta a noi dire chi arriva e chi no. L’importante è essere uniti. Cerco sempre di dare qualcosa in più perché sono napoletano. Insieme riusciremo a fare grandi cose".

SULLO SCUDETTO - “Quando lo vinciamo? Non ho la palla magica (ride ndr). Quest’anno cercheremo di essere competitivi fino alla fine. E’ il mio sogno, ce la metteremo tutta per arrivare a questo traguardo”.

RESPONSABILITA' - "Anche senza la fascia, quando era capitano Marek, ho sempre aiutato i compagni e lo farò sempre. Le parole del presidente le ho interpretate nel modo migliore, per dare il 100% il prossimo anno!".