78
L'Inter ha cercato a lungo Antonio Candreva e per portarlo via dalla Lazio, nell'agosto 2016, sono serviti quasi 25 milioni. Una cifra importante per uno dei giocatori più decisivi delle ultime stagioni in chiave gol e assist, oltre ad essere il titolare della Nazionale italiana. La scorsa stagione dell'Inter però è stata deludente sotto ogni aspetto e nel calderone è finito anche Candreva, che l'Inter è disposta a cedere davanti ad una offerta adeguata, circa 20 milioni. 
L'ARRIVO DI SPALLETTI E PERISIC - Le voci di mercato in questa estate hanno riguardato l'altro esterno d'attacco di casa Inter, Ivan Perisic. Corteggiato dal Manchester United, gli inglesi non hanno mai fatto arrivare all'Inter l'offerta che Ausilio e Sabatini vogliono e per questo le possibilità di vederlo ancora a Milano stanno crescendo. Spalletti però ha chiesto di lavorare con un rosa di massimo 18 elementi e per questo sarà importante valutare con attenzione il mercato in uscita. Candreva inoltre, nonostante sia un giocatore di sicura caratura, non è il prototipo di esterno d'attacco dell'allenatore ex Roma. Spalletti ama giocare con esterni a piede invertito, che possano entrare nel campo e creare così superiorità numerica per cercare scambi veloci con la punta o il centrocampista in inserimento. Candreva invece ama giocare a destra, dove lui, essendo destro, cerca sempre il cross con il suo piede, andando sul fondo. Una soluzione di gioco che non rientra negli schemi classici di Spalletti. Per questo, se dovesse arrivare un'offerta adeguata per lui, magari dal Chelsea di Antonio Conte, che lo stima particolarmente, Candreva può partire e lasciare l'Inter dopo una sola stagione.