93

I russi entrano in Saras. Il gruppo Rosneft ha siglato un contratto con Gian Marco e Massimo Moratti per acquisire una quota del 13,70% del capitale della società della famiglia Moratti per 178,4 milioni di euro. Rosneft lancerà anche un'opa volontaria sul 7,29% del capitale a 1,37 euro per azione, lo stesso prezzo corrisposto ai venditori. La Angelo Moratti SapA manterrà comunque una partecipazione di controllo del 50,02%.
(Milano Finanza)

Dopo anni di indiscrezioni e ipotesi, i russi arrivano al fianco di Massimo Moratti: il colosso petrolifero Rosneft entra nel capitale di Saras, gruppo di proprietà della famiglia del patron dell'Inter, col 13,70%. I russi lanciano un'Opa sulle azioni della Saras: l'offerta riguarderà il 7,29% del capitale quotato. Operazione esecutiva dal 23 aprile, con la famiglia Moratti che manterrà il controllo del 50,02% di Saras. E il primo produttore mondiale di petrolio grezzo ha anche annunciato un accordo con un'altra azienda orbitante nel mondo nerazzurro, cioè la Pirelli. I due brand realizzeranno un primo punto vendita congiunto nella nuova stazione di servizio di Rosneft a Sochi, sul Mar Nero, sede il prossimo anno delle Olimpiadi invernali. Partnership che potrebbero prefigurare collaborazioni anche nel football? Per ora "solo" business strategici ad alto livello. Ma si sa, dagli affari al campo di calcio il passo è breve.
(Il Sole 24 Ore)
 

La notizia interessa indirettamente anche l'Inter, società calcistica presieduta dallo stesso Moratti, alla prese con annosi problemi di bilancio.

ECCO IL COMUNICATO STAMPA:
Angelo Moratti S.a.p.a., Gian Marco Moratti, e Massimo Moratti hanno sottoscritto con Rosneft JV Projects S.A., società indirettamente controllata al 100% da Rosneft, un contratto di compravendita azionaria per la cessione all’acquirente di 130.290.883 azioni di Saras S.p.A. (pari a circa il 13,70% del capitale sociale di Saras S.p.A. e pari a circa il 21,5% della partecipazione complessiva di titolarità dei venditori) per un corrispettivo complessivo di Euro 178.498.510. Gian Marco Moratti e Massimo Moratti venderanno tutte le azioni da loro personalmente detenute in Saras S.p.A. pari a 6.000.000 ciascuno. A seguito della compravendita, cui si darà esecuzione il 23 aprile 2013, Angelo Moratti S.a.p.a. manterrà una partecipazione di controllo in Saras S.p.A. pari a circa il 50,02%.

Come previsto nel contratto di compravendita, e comunicato da Rosneft JV Projects S.A. con un comunicato stampa separato in data odierna, l’acquirente ha deciso di lanciare, condizionatamente al perfezionamento della compravendita, un’offerta pubblica di acquisto volontaria parziale su 69.310.933 azioni di Saras S.p.A., ad un prezzo per azione pari ad Euro 1,370, che è lo stesso prezzo per azione corrisposto in favore dei venditori. Ai sensi del contratto di compravendita Angelo Moratti S.a.p.a. non apporterà le proprie azioni in adesione all’offerta pubblica, a condizione che l’offerta stessa sia effettuata secondo i termini e le condizioni di cui sopra, al fine di consentire agli altri azionisti di Saras S.p.A. di vendere le proprie azioni Saras nella stessa proporzione delle azioni complessivamente vendute dalla Angelo Moratti S.a.p.a., da Gian Marco Moratti, e da Massimo Moratti.

Il contratto di compravendita contiene anche disposizioni relative a modifiche dello statuto di Saras S.p.A. (che dovrebbero avvenire entro 6 mesi dalla data di perfezionamento della compravendita e, comunque, dopo l’assemblea di Saras S.p.A. del 24 aprile 2013), in forza delle quali, (i) salva la nomina di un amministratore da parte dei soci di minoranza ai sensi delle disposizioni dell’art. 147-ter del D. Lgs. 58/1998, uno dei membri del consiglio di amministrazione sarebbe tratto dalla lista dei candidati presentata e votata da un azionista che detenga singolarmente almeno il 12% del capitale sociale della società; e (ii) sarebbe eliminata la previsione che consente di escludere il diritto di opzione in favore degli azionisti nei limiti del dieci per cento del capitale sociale, così come consentito dall’art. 2441, quarto comma, secondo periodo, del codice civile.

Igor Sechin, Presidente di Rosneft ha dichiarato: "Crediamo che questa operazione sia un importante passo per la costruzione di una collaborazione di lungo periodo tra Rosneft e Saras. Continuiamo a discutere i termini commerciali di cui alla lettera di intenti sottoscritta con Saras nel dicembre 2012".

Gian Marco Moratti, Presidente di Saras, ha dichiarato: "Diamo il benvenuto a Rosneft, il primo produttore di petrolio grezzo a livello mondiale quotato, come azionista rilevante della società, e siamo convinti che sia Rosneft che Saras ne beneficeranno sia nel breve che nel lungo termine".

Come comunicato in precedenza, in data 15 dicembre 2012 Rosneft e Saras S.p.A. hanno sottoscritto una lettera di intenti che delinea la volontà delle parti, tra le altre cose, di costituire una joint venture paritetica per la commercializzazione e lavorazione di petrolio greggio e la vendita di prodotti petroliferi. I venditori sono stati assistiti da Four Partners, come consulente finanziario, e da Cleary Gottlieb Steen & Hamilton LLP, come consulente legale.
 

La collaborazione si allarga anche a Pirelli, sponsor principale dell'Inter.  
Rosneft e Pirelli hanno firmato un Memorandum of Understanding per la costruzione del primo flagship store Premium in Russia, che si trovera' all'interno della nuova stazione di servizio di Rosneft a Sochi. Il MoU (Memorandum of Understanding), si legge in una nota, prevede inoltre lo sviluppo di altri punti vendita in selezionate stazioni di servizio Rosneft e l'implementazione del servizio Pirelli 'Safe & Go' per il controllo dei pneumatici. Il MoU siglato da Igor Sechin, Presidente di Rosneft, e Marco Tronchetti Provera, Presidente e Ceo di Pirelli, rappresenta lo sviluppo dell'accordo strategico di collaborazione commerciale e di marketing siglato dai due partner il 20 dicembre 2012.

Il flagship store sara' completato entro il quarto trimestre dell'anno, avra' il brand 'Pzero Platinum' e si trovera' all'interno della stazione petrolifera Rosneft nella citta' di Sochi, sulla costa del Mar Nero, nella regione di Krasnodar. Come gia' annunciato, l'intenzione di Rosneft e di Pirelli e' di focalizzarsi inizialmente su questa regione, sfruttando la prevista esposizione derivante dalle Olimpiadi invernali 2014 di Sochi, di cui Rosneft e' partner.

L'accordo prevede inoltre la nascita di altri punti vendita simili nelle stazioni Rosneft situate in luoghi che consentano di raggiungere i clienti Premium, in linea con la strategia di Pirelli. Infine e' previsto che le stazioni Rosneft offrano dal primo trimestre 2014 il servizio Pirelli 'Safe&GO' per il controllo dei pneumatici.

'Il MoU siglato oggi - ha dichiarato Igor Sechin, Presidente di Rosneft - sottolinea l'impegno per una collaborazione di lungo periodo. Siamo felici di sviluppare il nostro network di punti vendita in partnership con Pirelli, tra i leader mondiali dei produttori di pneumatici. Crediamo che lo sviluppo dei prodotti e dei servizi Pirelli renda le stazioni di servizio di Rosneft ancora piu' attraenti per i clienti, con benefici per entrambe le parti'.

'Per Pirelli la Russia rappresenta per un mercato strategico. Grazie al supporto di Rosneft, prestigioso partner locale, saremo in grado di assicurare una presenza del marchio nel Paese capillare, efficace e tempestiva', ha dichiarato Marco Tronchetti Provera, Presidente e Ceo di Pirelli.
(Il Sole 24 Ore)