Il rettilineo finale è iniziato. L'Inter ha le idee chiare, aspetta con massima serenità un segnale da Luka Modric con speranze sempre più ridotte; ormai è chiaro, il muro del Real Madrid non si sgretola e soltanto un colpo di scena può riaprire una questione su cui i dirigenti nerazzurri hanno già impostato tutto da settimane per farsi trovare eventualmente pronti. Altrimenti? Oggi, Ausilio e Gardini rimangono cauti e freddi su qualsiasi tipo di piano B, da Leandro Paredes al solito nome di Rafinha che ritorna.

UNICA CILIEGINA - La dirigenza nerazzurra infatti ritiene di aver allestito una rosa di massimo livello con ottimi investimenti. Non c'è la volontà di spendere ancora e altrove: Modric ha sempre rappresentato la potenziale eccezione, il regalo di Suning alla tifoseria, una (difficilissima) sorpresa da tentare cui non far seguire una lista di alternative. L'Inter si sente pronta così, insomma; anche per questo non ha riaperto il canale sul fronte Rafinha, valutato 40/45 milioni dal Barcellona e su cui non c'è mai stata alcuna apertura al prestito con diritto di riscatto. Il percorso del brasiliano a Milano è finito a giugno scorso e resterà tale a meno di regali blaugrana, mentre Paredes è un nome che non ha mai scaldato i dirigenti e inarrivabile perché extracomunitario. Tutti all'Inter hanno le idee chiare: l'unica ciliegina può essere Modric, altrimenti il mercato fatto finora sarà ritenuto più che sufficiente. 
 

GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com.