148
Una quarta punta, che possa completare il reparto. L'Inter in estate cercherà sul mercato un nuovo attaccante, che possa essere un'alternativa credibile a Lukaku, Lautaro e Sanchez. Oltre alla pista 'italiana', con Gervinho del Parma, Pavoletti del Cagliari e Scamacca del Sassuolo (in prestito al Genoa), tutti nomi valutati nell'ultima finestra di mercato, non va esclusa l'opzione che porta a Divock Origi, attaccante belga classe 1995 in forza al Liverpool. Il suo profilo è stato offerto a Marotta e Ausilio, che hanno messo il nome sulla lista e, una volta che sarà risolta la situazione societaria, si siederanno intorno a un tavolo con Conte per scegliere il rinforzo migliore.

In scadenza nel 2024 con i Reds, Origi a fine stagione lascerà Anfield, per dare una svolta alla sua carriera. Al Liverpool ha vissuto momenti fantastici, su tutti il gol nella finale di Champions League del 2019 al Tottenham, ma è da qualche tempo che ha perso la fiducia e la stima di Klopp, che in questa stagione gli ha fatto vedere il campo solo 536', spalmati in 17 presenze (considerando tutte le competizioni). Grande sorpresa di Wilmots al Mondiale 2014, Origi è uscito dal giro del Belgio di Martinez, per tornarci deve cambiare maglia.
L'Italia è un Paese che gli piace, ma occhio alla concorrenza. Il Borussia Dortmund ci pensa in caso di addio di Haaland e secondo la stampa tedesca è pronto a presentare un'offerta di 15 milioni di euro per portarlo al Signal Iduna Park. Una cifra ragionevole, così come lo è il suo ingaggio, inferiore ai 3 milioni di euro netti a stagione. Origi ora è finito nel dimenticatoio, puntare su di lui potrebbe essere una piacevole sorpresa.