56
Le grandi squadre iniziano sempre con una bella filastrocca in difesa e Conte può dirsi sicuro di aver trovato la sua. Skriniar, de Vrij, Bastoni suona bene quasi quanto la parola scudetto, anzi, se oggi l’Inter viaggia spedita verso il tricolore è anche grazie alla solidità e al peso specifico di questi tre uomini, importanti in difesa e non solo. Lo slovacco è al terzo gol stagionale, dopo quelli contro Verona e Roma, ma l’azione dell’1-0 siglato all’Atalanta è il marchio a fuoco di un intero tridente che sta facendo le fortune dell’Inter.

IL GOL - Sì, perché non solo gli uomini di Gasperini hanno spesso rimbalzato contro il muro eretto dai tre moschettieri, ma addirittura hanno dovuto arrendersi loro anche nella propria area di rigore. tocco di de Vrij, anticipo di Bastoni su Gosens e tipo sporco di Skriniar nell’angolino alla destra di Sportiello. Un’azione gol carambolesca, in cui però ha partecipato un intero reparto. Forse un caso, ma neanche troppo, visto che nelle occasioni di palla inattiva l’Inter non perde occasione per avanzare con la contraerea.
I TUTTO FARE - Skriniar-de Vrij-Bastoni non è solo un muro difensivo, ma molto altro. Conte chiede loro di partecipare all’azione e impostare il gioco, l’olandese e l’italiano, per caratteristiche, riescono a farlo meglio dell’ex Sampdoria, che invece è più bravo negli uno contro uno. Il mix è quello giusto, le qualità dei tre si fondono bene e creano il giusto equilibrio. Abbiamo spesso evidenziato l’importanza del reparto arretrato dell’Inter e lo abbiamo fatto in quanto bravi a respingere attacchi avversari, ma adesso iniziano a diventare pericolosi anche lì davanti e allora a questo punto sulle loro magliette rischia di esserci cucito un pezzo di scudetto un po’ più grosso se l’Inter proseguirà la sua corsa che pare inarrestabile.