521
L’Inter vuole regalare a Simone Inzaghi un esterno sinistro ma il club nerazzurro non ha alcuna intenzione di comprare tanto per comprare. In viale della Liberazione l’idea è sempre stata la stessa: investire per un profilo che possa tornare utile anche in futuro e per questo motivo Ausilio e Marotta hanno deciso, dopo averne parlato con Zhang, di riprendere vecchi discorsi che avevano avviato già in estate.

STRAORDINARI - Robin Gosens è il profilo giusto, in questo momento il candidato numero uno per raccogliere l’eredità di Ivan Perisic. La trattativa non è semplice ma i nerazzurri sono entrati nel vivo con l’entourage del calciatore e anche ieri Ausilio ha lasciato la sede di viale della Liberazione ampiamente dopo l’ora di cena, a dimostrazione del fatto che questi ultimi giorni di mercato richiedono un lavoro extra, specie se nell’ultima settimana si tenta di chiudere un affare così importante.
LA FORMULA GIUSTA - I contatti tra le parti sono continui, ce ne saranno altri anche in giornata odierna. Su Gosens c’è stato e c’è anche il forte interesse del Newcastle, che ha sempre buoni argomenti per attrarre a sé calciatori. L’Inter per sua fortuna, non è in ritardo, anche grazie agli ottimi rapporti esistenti con la famiglia Percassi e con l’agente del calciatore, lo stesso di Bremer. Dovesse andare in porto, si tratterebbe di un affare da circa 30 milioni di euro, una cifra non indifferente, che infatti ha richiesto il benestare della proprietà. In queste ore sarà proprio questo l’obiettivo più complesso: trovare una formula che possa andare bene all’Atalanta. L’Inter chiede un prestito oneroso con riscatto, la trattativa è calda e in questo momento il nome di Gosens è quello in cima alla lista dei preferiti sulla corsia di sinistra.