63
"Simone Inzaghi continuerà a fare l'allenatore e io continuerò a fare il presidente, poi vedremo chi rimarrà più a lungo nel sistema". Claudio Lotito lancia la sfida al suo ex tecnico, passato sulla panchina dell'Inter. Il primo scontro diretto è in programma sabato 16 ottobre allo stadio Olimpico di Roma con calcio d'inizio alle ore 18. 

Nel frattempo Inzaghi si gode Joaquin Correa. "Pagare moneta, vedere cammello", aveva detto Lotito. Che poi ha accettato di cedere l'attaccante argentino in prestito oneroso per 5 milioni di euro più un milione di bonus con riscatto fissato ad altri 25 milioni di euro. Si tratta del nono calciatore passato dai biancocelesti ai nerazzurri nell'era Lotito dopo i vari Cesar, Pandev, Zarate, Carrizo, Rocchi, Hernanes (18 milioni), Candreva (22 milioni) e de Vrij. 

Grazie alla cessione del Tucu, la Lazio è potuta tornare sul mercato per completare il reparto offensivo a disposizione di Sarri. Alla fine è arrivato Zaccagni dall'Hellas Verona, ma il primo obiettivo era Filip Kostic. Rimasto all'Eintracht Francoforte, con cui è sotto contratto fino a giugno 2023. Il nazionale serbo (29 anni il prossimo 1° novembre) era stato seguito in passato pure dall'Inter, che continuerà a monitorarlo nel corso di questa stagione. Infatti i dirigenti nerazzurri sono alla ricerca di un erede sulla fascia sinistra del croato Ivan Perisic, in scadenza di contratto a fine stagione, quando avrà già compiuto 33 anni.