111

Erik Thohir è arrivato a Milano e, poco fa, ha incontrato Massimo Moratti e il figlio Angelomario, vicepresidente dell'Inter. L'incontro è avvenuto in un albergo nel centro di Milano. Uscendo, Massimo Moratti non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali, annunciando soltanto che si è trattato di una breve chiacchierata. Non si conoscono ancora i dettagli, ma questo appuntamento era molto atteso. Questa è la settimana decisiva per capire il futuro dell'Inter e l'impegno di Thohir: subito il 75% delle quote o inserimento graduale in società?

15.00 Secondo quanto riportato in questi minuti dalle agenzie, Erik Thohir è appena partito da Giacarta alla volta di Milano, dove è atteso a ore.

12.00 Tra la fine di luglio e l'inizio di agosto la cessione del pacchetto di maggioranza dell’Inter all’indonesiano Erick Thohir verrà formalizzata. Massimo Moratti, dunque, è ormai al giro di boa: il suo regno, iniziato il 25 febbraio 1995, è terminato. La squadra, che era già stata di proprietà del padre Angelo dal 1955 al 1968, finirà in mani straniere.

Le modalità sono ancora da decidere, ma Thohir è pronto a diventare, lentamente, il proprietario del club. C'è chi assicura che le firme potrebbero arrivare nel weekend in uno studio notarile milanese, chi invece parla di tempi più lunghi. Sicuramente, una cosa è certa: siamo ai titoli di coda.

Moratti rimarrà presidente, per poi cedere la totalità del suo pacchetto azionario. A Thohir andrà una quota oscillante fra il 75% e l’80%, per un corrispettivo di circa 300 milioni di euro, più eventuali altri 60 come quota del premio di maggioranza. Entro il 2015, inoltre, il tycoon indonesiano potrà acquistare il resto delle azioni interiste. Moratti, da parte sua, potrà riacquistare con una prelazione d’acquisto il club se Thohir dovesse fallire. A conti fatti, però, il famoso "piatto di lenticchie" di cui parlava la Gazzetta dello Sport nei tempi addietro si è effettivamente concretizzato: 360 milioni di euro, per un'azienda come l'Inter, sono forse pochi. Nei suoi primi 15 anni Moratti ha accumulato perdite per 1,2 miliardi di euro e debiti per oltre 460 milioni, spendendo per l'Inter complessivamente quasi 1,5 miliardi di euro. Cifre molto lontane da quelle che presenta Thohir: non è che l'affare lo fa l'indonesiano? Intanto per Moratti ecco arrivare il povero, triste, addio...

Luca Talotta