88
Le voci si rincorrono. Perché l'Inter sta già studiando diverse operazioni che possano comprendere l'inserimento di giovani anche per il prossimo anno; le idee accennate con Udinese e Cagliari per de Paul e Barella, l'opportunità Tonali che è una corsa apertissima con il Brescia che mira a trattenerlo, tante pedine messe nel mirino su cui Marotta e Ausilio hanno le idee chiare. Ma non c'è alcuna possibilità che venga ripetuta una scelta come quella legata a Nicolò Zaniolo, ovvero sacrificare un talento per necessità di inserire un giocatore già pronto richiesto dall'allenatore come Nainggolan.

DA PELLEGRINI ALLA PERCENTUALE - Da Colidio fino a Merola e Salcedo (che verrà acquistato definitivamente), sono diversi i giovani nerazzurri richiesti a titolo definitivo. L'Inter non ha nessuna intenzione di liberarli, soprattutto lo considererà soltanto con il diritto di recompra e senza cessioni libere. Mentre per il portiere romeno Andrei Radu - come anticipato - l'intenzione è di ricomprarlo dal Genoa ma cederlo solo per un altro anno in prestito, mantenendone la proprietà nerazzurra; per questo Radu non sarà inserito nell'operazione Lorenzo Pellegrini con la Roma, nessun margine in tal senso. Anzi, dalla Roma c'è attesa di notizie da parte dell'Inter perché i nerazzurri incasseranno il 15% della futura rivendita di Zaniolo stesso: vista la super valutazione l'Inter si aspetta che possa venir fuori una cifra interessante, che non ripagherà della perdita di un talento e di un'operazione scellerata ma sicuramente potrà aiutare in ottica Fair Play Finanziario, se la Roma decidesse di privarsi di Nicolò.