L'Inter cerca un'ala sul mercato. Perché, indipendentemente da come finirà la telenovela Icardi, Perisic è destinato alla cessione in estate: servirà solo l'offerta giusta. Invece Politano sarà riscattato a titolo definitivo dal Sassuolo, magari con l'inserimento del giovane Emmers (ora in prestito alla Cremonese) come contropartita tecnica. Non sicura ma possibile anche la conferma di Keita, anche se in questo caso si dovrà trattare sulle cifre col Monaco (troppi 34 milioni). 

5 NOMI - Intanto i dirigenti nerazzurri sono già al lavoro per sostituirlo. I nomi sul taccuino di Marotta e Ausilio sono cinque: in prima fila c'è l'olandese Steven Bergwijn del PSV Eindhoven; le piste alternative portano al suo compagno di squadra messicano Hirving Lozano (Napoli in pole position), al sogno Federico Chiesa della Fiorentina (Juventus favorita), a un ritorno di fiamma per il belga Yannick Carrasco (in forza al club cinese del Dalian) già trattato lo scorso gennaio o a una virata sul serbo Filip Kostic dell'Eintracht Francoforte. 

KOSTIC COSTA MENO - Quest'ultimo, sempre secondo la Gazzetta dello Sport, è meno costoso rispetto ai 40 milioni di euro richiesti dal PSV: ha 26 anni, l'anno scorso è retrocesso con l'Amburgo e si è trasferito in prestito biennale all'Eintracht con diritto di riscatto a 6,5 milioni. La stessa formula che il club tedesco ha utilizzato per prendere un suo connazionale: l'attaccante Jovic, seguito dai nerazzurri per il dopo Icardi ma già trattato dal Barcellona in alternativa al francese Griezmann dell'Atletico Madrid.