3
Rolando e l'Inter, un legame destinato a durare ancora. Il difensore portoghese voluto fortemente un anno fa da Walter Mazzarri ha convinto tutti: società, compagni, allenatore. Un'idea vincente, quella del prestito oneroso dal Porto con un patto verbale per riscattarlo. Patto che l'Inter sta ridiscutendo in questi giorni. Perché l'idea è di riscattare Rolando appena possibile, forti del suo contratto in scadenza con il Porto nel 2015 e della sua volontà di restare in nerazzurro dopo una stagione a livelli ottimi.

Nelle ultime settimane, ci sono stati diversi contatti tra la dirigenza nerazzurra e quella del Porto per capire come risolvere la situazione. L'Inter non vuole spendere più di 3/4 milioni, i Dragoes ne vorrebbero 6. Ma hanno capito che ormai il coltello dalla parte del manico lo ha Ausilio: contratto in scadenza tra un anno per Rolando, volontà di restare a Milano da parte del giocatore. Confermata anche dal suo entourage, che contattato da Calciomercato.com ha fatto sapere che "c'è molto ottimismo" per la questione del riscatto. Insomma, l'Inter ha l'ok di Rolando e il Porto ha capito che non può fare troppe pretese: secondo quanto risulta a Calciomercato.com, entro due settimane ci sarà un nuovo appuntamento, in cui verrà fatta presente l'intesa contrattuale già raggiunta tra l'Inter e il difensore, così da far capire al Porto che attorno ai 4 milioni si potrà chiudere la pratica riscatto. Ormai destinata proprio a un lieto fine, che l'Inter vuole anticipare a prima della partenza di Rolando per il Brasile con il suo Portogallo, direzione Mondiale. Per evitare rischi e nuovi inserimenti di altri club. Da qui il nuovo incontro in agenda, quello giusto per chiudere e arrivare alle strette di mano. Per un riscatto ormai sempre più vicino.