55

Sarà una rivoluzione copernicana o quasi quella che riguarderà l'Inter al termine dell'attuale stagione, con l'insediamento definitivo degli uomini facenti capo alla cordata di investitori indonesiani guidata da Erick Thohir. Sarà soprattutto societaria e nelle strategie di commercializzazione del marchio della società nerazzurra in giro per il mondo, ma coinvolgerà inevitabilmente anche alcuni dirigenti e, secondo gli ultimi rumors, pure l'allenatore.

Walter Mazzarri è stato l'ultimo allenatore dell'era Moratti, ma non sarà il primo della gestione Thohir. Secondo quanto trapela dagli ambienti nerazzurri, il profilo molto italiano ma non abbastanza internazionale dell'allenatore livornese non convince appieno il nuovo azionista di maggioranza, che cerca per la sua squadra un tecnico dal maggiore appeal e più portato a lavorare con i giovani. Perchè la politica in tema di mercato è molto chiara per il futuro: verrà implementato il settore dello scouting, con l'obiettivo di reperire i migliori giovani del panorama nazionale e non. E per guidare un'Inter giovane e di grande talento, l'intenzione è di affidarsi a dei professionisti che hanno già raggiunto traguardi importanti seguendo questa filosofia, come il danese Michael Laudrup dello Swansea e Franck de Boer dell'Ajax.