141
Handanovic 5: Il colpo di testa di Henry è centrale ma trova eccessiva debolezza nella mano del portiere, che devia nella propria porta il pallone. Reattivo sulla conclusione di Okereke.

Skriniar 5: Calcola malissimo la traiettoria disegnata da Ampadu e si lascia sfilare Henry alle spalle per il vantaggio ospite. Brutto errore.

de Vrij 6,5: Il più lucido dei tre del reparto difensivo nerazzurro. Respinge sempre bene il pur fastidioso Henry ed ha sempre letture intelligenti.

Bastoni 5,5: Disordinato e poco applicato, una rarità per lui. Si fa anche ammonire per un fallo evitabile e Inzaghi lo sostituisce per non rischiare.

(Dal 1’ s.t. Dimarco 6: Tenta di portare l’assalto all’area del Venezia con il suo sostegno in manovra, ma non è sempre preciso e si perde anche Ampadu che penetra in area di rigore ma poi sbaglia l’ultimo passaggio).

Darmian 6,5: Nell’1-1 nerazzurro c’è tutto il suo carattere. Va via di prepotenza a due uomini e in caduta disegna un cross perfetto per Perisic, che al volo obbliga Lezzerini alla respinta su cui si fionda Barella. Forse l’unica cosa degna di nota della sua partita, ma lascia il segno.

(Dal 27’ s.t. Dumfries 7: L’Inter sfonda a destra, prima con Darmian e poi con Dumfries. Finalmente punta l’uomo, lo salta in velocità e al minuto 90 pesca in area di rigore Dzeko con un pallone morbido come un maglione appena ritirato in lavanderia. In accelerazione può asfaltare tutti come un trattore).

Barella 6,5: Soffre un po’ troppo la vivacità di Tessmann ma è bravissimo a farsi trovare pronto per il tap-in sulla respinta di Lezzerini per l’1-1.

(Dal 27’ s.t. Vidal 6: Ordinato e bravo nel gestire palla. Gli capita anche l’occasione giusta per chiudere il match sul 3-1 ma è un po’ macchinoso e consente il recupero alla difesa veneta).

Brozovic 6: Diffidato, gioca con un po’ con il freno a mano tirato per evitare il giallo che gli avrebbe fatto saltare il derby. Non il solito magnifico play.

(Dal 37’ Vecino: s.v.)

Calhanoglu 6: Non ha mai paura di cercare il compagno più lontano, si fida del suo piede e fa bene. Arriva poco alla conclusione e per uno come lui è un punto di demerito.

Perisic 6: Fa fatica a sfondare dal suo lato, poi è bravo a coordinarsi sul cross di Darmian e impegnare Lezzerini che devia dalle parti di Barella e causa l’1-1.

Dzeko 6,5: Incrocia al volo il sinistro sul cross di Barella, ma senza troppe pretese. Sbaglia incredibilmente un gol davanti alla linea di porta ma non si perde d’animo e al 90’ trova un gol che lo fa esplodere di rabbia perché regala all’Inter i tre punti in extremis.

Lautaro 5: Si fa vivo per la prima volta al 35’ con una bella rovesciata, trova la coordinazione ma il pallone finisce alto. La sua partita finisce qui. Invisibile.

(Dal 27’ s.t. Sanchez 6: Sempre abile tra le linee, frizzante e abile nell’entrare immediatamente in panchina).


Inzaghi 6,5: L’Inter è stanca e si vede, ma non si arrende e con i cambi giusti trova la via della vittoria.

VENEZIA

Lezzerini 6: La prima parata della serata è semplice ma mostra esitazione e alla fine blocca in due tempi la conclusione priva di forza di Edin Dzeko. Respinge il tentativo di Perisic, ma sul tap in Barella non perdona. Sempre attento anche in uscita, ma su Dzeko al 90’ non riesce a compiere il miracolo.

Caldara 5,5: Al minuito 90’ Dzeko gli mangia in testa e realizza il 2-1.

Modolo 6: Al centro della difesa, regge botta su Dzeko e Lautaro.

Ceccaroni: Dal suo lato l’Inter affonda con più insistenza e trova due gol.

Ampadu 6,5: Il cross per Henry è un cioccolatino che l’attaccante scarta e mangia in un sol boccone per l’1-0. Buona gamba e personalità, mette in difficoltà sia Bastoni che Dimarco.

Cuisanche 6: Bel duello con Calhanoglu, resta un po’ schiacciato ma ha buona qualità.

(dal 21’ s.t. Peretz 5,5: Poco tempo a disposizione ed entra quando l’Inter decide di alzare il ritmo per vincere la partita).

Vacca 6,5: Gioca con buoni tempi e interdizione, il Venezia soffre molto la sua uscita dal campo.

(Dal 25’ Fiordilino 5,5: La differenza con Vacca c’è e si vede).

Tessmann 6,5: Che gamba! Pressa per tutta la partita Barella e riesce a limitarlo.

(Dal 21’ s.t. Kiyine 5,5: Fa fatica ad entrare immediatamente nel match.

Henry 7: Se si mette sul fisico, non teme nessuno. Approfitta di una dormita di Skriniar e di testa buca Handanovic.

(Dal 37’ s.t. Sigurdson: s.v.)

Okereke 6: Pochi spunti, anche perché non sempre lo servono nello spazio e fatica ad emergere).

(Dal 37’ s.t. Nani: s.v.)


Bertolini 6,5: Il Venezia tenta il polpaccio e quasi gli riesce. Poi l’Inter cresce con i cambi e la sua squadra inizia a perdere campo.