1
Prima convocazione in Nazionale per Rafael Toloi, il difensore dell'Atalanta racconta ai canali ufficiali degli Azzurri le dieci prime volte della sua carriera.

La prima volta che gli hanno detto che il ct Mancini lo avrebbe convocato.
"Sono rimasto veramente felice, per me è un'opportunità unica e avere questa possibilità ed essere qui oggi è un sogno".

La prima volta che ha iniziato a tirare calci a un pallone.
"Sono già un po' di anni (ride, ndr). Da piccolino, appena ho iniziato a camminare avevo già un pallone al piede".

La prima volta che hai pensato di poter fare meglio di papà.
"Mio papà era un attaccante, io ho fatto il difensore ma sono sicuro che lui sia felice di quello che sono riuscito a fare in qui".

La prima volta lontano da casa.
"A 13 anni quando sono uscito dal mio paese per fare un provino a 1000 km di distanza".

La prima volta in Italia.
"2014 a Roma, è stata un'esperienza molto bella".
La prima volta che sono andato a visitare Treviso.
"La prima volta a Treviso è stata molto bella, perché la mia famiglia che è emigrata in Brasile è di lì. Per me è stato molto emozionante andare a conoscere il loro paese".

La prima volta che ha incontrato sua moglie Flavia.
"L'ho conosciuta a una festa nel 2009, è stato amore a prima vista".

La prima volta che si è appassionato alla pesca.
"Sono appassionato da piccolino, da dove vengo io mio papà mi portava a pescare e mi piace molto".

La prima volta che l'hanno soprannominato 'Ministro della Difesa'.
"Questo è stato fatto dai tifosi dell'Atalanta che mi seguono, li ringrazio per tutto il loro sostegno".

La prima volta che ha visto il suo idolo Cannavaro con la maglia azzurra.
"Quando penso a Cannavaro penso al 2006 quando ha vinto il Mondiale, da capitano. Grandissimo giocatore, un idolo".

Messaggio ai tifosi.
"Ci tenevo a salutare i tifosi italiani: sono molto felice di fare parte di questa famiglia. Forza Azzurri!".