Calciomercato.com

Jorginho fra voglia d'Italia, il contratto e i problemi del Chelsea: la Juve fiuta l'affare

Jorginho fra voglia d'Italia, il contratto e i problemi del Chelsea: la Juve fiuta l'affare

  • Emanuele Tramacere
L'uscita di scena di Abramovich e i timori sul futuro del Chelsea stanno alimentando anche i discorsi di mercato legati al futuro di alcuni dei top player del club londinese. Fra questi c'è sicuramente il centrocampista della nazionale italiana Jorginho giunto ormai alla quarta stagione in maglia Blues e più volte vicino al ritorno in Serie A.

VOGLIA D'ITALIA E CONTRATTO - Nell'incertezza generale che regna in casa Blues, con la notizia rilanciata dalla stampa inglese della comunicazione data ad alcuni dei giocatori con l'ingaggio più importante di tenersi pronti a cambiamenti estivi, anche la situazione legata a Jorginho si sta accendendo. Il regista italo-brasiliano è infatti in scadenza il 30 giugno 2023 e già nel corso delle ultime due sessioni di mercato più volte ha manifestato un po' di nostalgia per l'Italia non escludendo un ritorno in Serie A. Un'operazione resa possibile anche dai colloqui per un eventuale prolungamento mai realmente partiti e che, oggi più che mai, favorirebbero un addio estivo a cifre contenute usufruendo dal punto di vista salariale anche del Decreto Crescita..

LA JUVE FIUTA L'AFFARE - E la Juventus potrebbe essere la destinazione perfetta per il suo rientro in patria. Il club bianconero sta studiando un grande colpo per completare la rivoluzione del reparto ritenuto, non a torto, il più importante per il futuro. Dopo Manuel Locatelli la scorsa estate e Denis Zakaria questo inverno, la prossima campagna acquisti estiva dovrà regalare a Massimiliano Allegri un centrocampista di livello internazionale e fra i nomi che il club sta prendendo in considerazione c'è anche quello di Jorginho. Sebbene l'ex Napoli sfori i nuovi parametri di spesa della Juve (principalmente con il no a colpi over 30), a cifre contenute potrebbe comunque rappresentare un'affare da non lasciarsi sfuggire. Un regista puro al posto di Arthur ad Allegri serve come il pane e Jorginho potrebbe garantire quella qualità ed esperienza che oggi mancano in rosa.

Altre notizie