Commenta per primo
Nonostante la smentita di Michel Platini non meno di due settimane fa, Jean Claude Blanc è pronto a lasciare la Juventus. Gli Europei del 2016 sono stati assegnati alla Francia, l'amministratore delegato bianconero è francese e viene proprio dal mondo dell'organizzazione eventi. Tre indizi che fanno una prova certa. Dopo tre anni in bianconero, Blanc potrebbe lasciare Torino proprio nell'anno della rifondazione voluta da Andrea Agnelli. Il dirigente di Chambery, dopo aver contribuito in maniera fondamentale a rialzare le sorti economiche della Signora, che dopo Calciopoli rischiava il crack finanziario, può lasciare a testa alta e abbandonare un mondo, quello del calcio, che non ha mai sentito troppo suo, dando continuità al suo background professionale.
E tornerebbe in patria per aiutare il suo Paese ad organizzare gli Europei del 2016. Il Comitato organizzatore lo chiama a gran voce e lui, dopo l'Olimpiade di Albertville vissuta da direttore vendite e marketing, dopo aver contribuito ad organizzare il Tour de France, la Parigi-Roubaix, la Parigi-Dakar e dopo aver gestito da protagonista il Roland Garros, tornerà al suo primo amore. Con il benestare di sua moglie, che non ha mai digerito a pieno la città di Torino. D'altronde Jean Claude Blanc si è laureato in 'International Business' a Nizza, e ha superato con eccellenti risultati il master ad Harvard in 'Business Administration'. Chi meglio di lui può aiutare la Francia in questo evento? E i tifosi bianconeri, che gli attribuiscono i recenti fallimenti sportivi e che non l'hanno mai visto di buon occhio, solo una volta partito l'amministratore delegato capiranno la portata del suo enorme contributo amministrativo/finanziario. Bonne chance J.C.