52

La Juve dietro è a posto così. Questo il messaggio che trapela dall'ambiente bianconero fin dall'immediato post-cessione di Bonucci e Dani Alves, capitolo De Sciglio a parte. Messaggi ben diversi emergono dal campo dopo le ripetute sbandate contro Barcellona e Psg, ricche d'attenuanti tipiche del calcio nemmeno d'agosto ma di luglio. Che poi il messaggio sarebbe in realtà leggermente diverso: la Juve dietro è a posto così, a meno che. A meno che non si presenti una grande occasione da cogliere al volo o non ci si trovi a dover gestire nuove partenze. E questo 'a meno che' completa, cambia o stravolge il senso del messaggio: che si parli di centrali o di terzini, anche in difesa quindi il mercato bianconero rimane attivo. In un senso e nell'altro. Aspettando che dal mercato spuntino quelle grandi occasioni marottiane per andare a completare il pacchetto di centrali, comunque non in emergenza considerando gli usati sicuri Barzagli-Chiellini-Benatia e il lancio definitivo di Rugani, è sugli esterni che le eventuali partenze possono fare tutta la differenza del mondo.

 

VARIABILE ALEX SANDRO – C'è una Juve che tiene vivi i contatti col Valencia e Jorge Mendes, che possano portare a Garay o Cancelo: affare, doppio o singolo che sia, tutt'altro che semplice da sbloccare nonostante la carta Lemina e gli ottimi rapporti col club spagnolo. Ancora troppo ampia la differenza di valutazione per tutti e tre i giocatori in questione. C'è una Juve che insiste a più riprese soprattutto per riportare Leonardo Spinazzola a Torino con una stagione d'anticipo: l'Atalanta fa muro, rimane però un gentlement agreement che parla di un'apertura di Percassi nel caso in cui la Juve si trovasse a dover affrontare una nuova situazione d'emergenza. Che sia dettata dalla partenza di un'alternativa o di un big. Prosegue il pressing turco per Asamoah, fin qui senza troppo successo. Avanzano soprattutto i contatti tra il Nizza e Lichtsteiner: la Juve lo lascerebbe partire senza alzare alcun muro per una cifra poco più che simbolica, lo svizzero trovata la quadra economica con il Nizza aspetta di avere però garanzie tecniche adeguate con un occhio di riguardo all'esito dei preliminari di Champions. Ma la vera variabile che potrebbe trasformare agosto in un mese incandescente è quella legata ad Alex Sandro: il brasiliano è dichiarato assolutamente incedibile ma non ha ancora dato una risposta a proposito del rinnovo di contratto proposto dalla Juve, dall'Inghilterra giungono voci che parlano di un Chelsea ormai pronto a perfezionare un'offerta al rialzo compresa tra i 65 e i 70 milioni di euro unita ad un trattamento di riguardo per Matic che i blues non vorrebbero cedere allo United anche a costo di rinunciare a diversi milioni. La partita in tal senso è ancora tutta da giocare quindi. Perché la Juve dietro si ritiene a posto così. A meno che...

@NicolaBalice