Calciomercato.com

  • Juve, con Dybala un teatrino mal recitato da Arrivabene: ma come con Pirlo c'è anche lo zampino di Allegri

    Juve, con Dybala un teatrino mal recitato da Arrivabene: ma come con Pirlo c'è anche lo zampino di Allegri

    • Omar Savoldi
    Il “romanticismo nel calcio non c’è più” come recita Tacchinardi; le buone maniere sono tramontate un po’ ovunque e la diplomazia spesso coincide con l’ipocrisia, ma ci vorrebbe un po’ di coerenza anche nella finzione. Se ha ancora un senso la recitazione, la commedia Juve-Dybala non è stata il frutto d’un grande autore e gli attori non son stati gran che.

    Anzi, l’attore. Stiamo parlando di Maurizio Arrivabene. Ha cominciato circa sei mesi fa con un sì (o quasi) al rinnovo del numero 10 argentino, ha continuato con un ni (per ragioni tecniche, si dice: la licenza di Antun), ha concluso con un no. Le motivazioni di questa scelta sono state nell’ ordine: “Lo abbiamo fatto per rispetto di Paulo”, “Sappiamo la grandezza del giocatore e lo rispettiamo”, “E’ chiaro che con l’arrivo di Vlahovic, qualcuno doveva andare via”. L’asticella s’è alzata o abbassata (fate voi) con l’ultimo: “Non era più al centro del progetto”. Insomma, un teatrino scritto male e condotto peggio, che prima ha procastinato, poi diluito, il botto col tentativo d’addossare al giocatore qualche responsabilità: le occhiatacce a fine partita, l’avidità, una certa labilità caratteriale…L’A.D. della Juventus s’è addirittura risentito perché qualcuno ha criticato la società bianconera che si sarebbe lasciata sfilare a zero il giocatore: “Non se ne è parlato così tanto quando è capitato con Donnarumma!” Veramente non s’è fatto altro prima, durante e dopo. Diciamo che il trattamento riservato all’ex portiere del Milan è stato diverso: i tifosi gli han dato del traditore. Con Dybala non è successo perché le parti erano invertite: a lui non è stata nemmeno concessa una contro offerta, nemmeno un gioco al ribasso. Se poi si vuol stabilire che in generale e non solo alla Juve, s’è inaugurata la stagione dei parametri zero è un altro discorso.


    CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM
     

    Altre Notizie