Commenta per primo

La Juve, nonostante il pareggio in casa col Bologna, conserva il primato e non fa perdere il sorriso a mister Antonio Conte: "Sono soddisfatto per quello che hanno espresso i ragazzi, non solo in questa partita ma anche nelle altre. La squadra ha un'anima, non ci arrendiamo di fronte alle difficoltà. Nonostante l'espulsione abbiamo subito un gol solo su calcio piazzato e non ci hanno mai tirato in porta. Complimenti ai ragazzi. Comunque questi sono due punti lasciati per strada, oggi non siamo stati fortunati".

"Vucinic? A caldo è difficile esprimere dei giudizi. Analizzeremo con i ragazzi quello che è andato bene e quello che è andato male. Abbiamo tanto da lavorare, ma questa è la strada giusta. Quando predico umiltà, tranquillità nei giudizi, mi riferisco a tutto: abbiamo tanto da lavorare".

Sul contestatissimo gol del montenegrino: "L’arbitro non può dire fischio io. La palla un poco si muove. Al 15' c’è anche un fuorigioco fischiato a Vucinic che non c’è, sono sempre situazioni particolari, noi non siamo stati fortunati oggi, però andiamo avanti».

"Krasic? Non c’è nessun esame, quando scendono in campo devono cercare tutti di dare il massimo. Oggi sono contento della prestazione di Krasic, lui non è un giocatore sotto esame. Ho una rosa di giocatori e, in base alle circostanze, scelgo le varie formazioni".