38

Cristiano Ronaldo poteva essere un giocatore della Juventus. Una notizia da mani nei capelli quella rilanciata da Gianlucadimarzio.com che ripropone una relazione siglata da Gianni Di Marzio, allora responsabile dell’area estera della Juventus, dopo una partita fra Sporting Lisbona e Belenenses.

MISSIONE QUARESMA – La Juvenuts lo aveva incaricato di seguire da vicino l’allora talentuosissimo esterno Ricardo Quaresma che, però, disputò soltanto uno spezzone del match. Anche sulle qualità di Quaresma già allora si manifestava un grande interesse. Era a tutti gli effetti uno degli esterni di centrocampo più promettenti del panorama europeo.

CR7 – Chi impressionò in quella partita, tuttavia, fu un altro esterno portoghese. Allora un semplice 17enne ancora da ‘svezzare’, ma capace di corsa, dribbling tagli profondi e pericolosissimi, Cristiano Ronaldo fu descritto come un talento "da tenere in grande considerazione. E’ il momento giusto per bloccarlo, sempre se rientri nelle strategie della società per il ruolo". La Juve scelse allora di non puntare sull’acquisto dell’esterno, il resto è storia, ma Cristiano Ronaldo poteva essere un giocatore della Juve.