54
Ritorno al passato per Juan Cuadrado: in questa stagione, il colombiano si sta confermando un ottimo esterno di difesa. La stessa posizione che lo aveva esaltato all'inizio della carriera, tra Udinese e Lecce. Complici gli infortuni di De Sciglio e Danilo, infatti, Sarri ha rispolverato il colombiano in una posizione nella qualle Allegri, spesso, lo usava come jolly. Da soluzione di ripiego a certezza: gara dopo gara, Cuadrado ha alzato il suo livello e si è rivelato una piacevole sicurezza per la retroguardia bianconera

TANTA QUALITÀ - Preciso in fase difensiva, determinante in quella offensiva: le sue cavalcate sulla fascia sono preziose per il talentuoso pacchetto offensivo a disposizione di Sarri. La conferma è arrivata anche quando l'asticella si è alzata: gol spettacolare al Wanda Metropolitano di Madrid, prestazione solida (con lancio per il gol di Higuain) contro il Bayer Leverkusen. Da terzino ci ha preso gusto, e il futuro è ora di nuovo a tinte bianconere, nonostante un contratto in scadenza nel 2020. 

FUTURO BIANCONERO - Al termine della scorsa stagione, infatti, le idee erano chiare: o rinnovo o cessione. L'unica vera offerta, tuttavia, è arrivata dalla Cina: il colombiano ha detto no, volenteroso di giocarsi le proprie carte con la Juve. Paratici, ora, prepara il rinnovo: accordo totale per il prolungamento fino al 2021 con le stesse condizioni economiche: 4 milioni netti più bonus. La firma è solo formalità, la Juve conferma la sua freccia a destra