72
Ha appena compiuto 21 anni, ma in campo sembra averne almeno cinque o sei in più. Merih Demiral ha davvero sorpreso tutti: arrivato a gennaio dall'Alanyaspor, ci ha messo appena due partite a prendersi un posto da titolare nella difesa del Sassuolo. E, dal suo esordio, non ne è più uscito, guadagnandosi la conferma partita dopo partita e confermando l'intuizione avuta durante il mercato invernale dai neroverdi e dalla Juventus.

ALTRA SINERGIA - Già, perché il centrale turco è arrivato proprio grazie a una collaborazione tra i due club, l'ennesima dopo i vari Berardi, Zaza, Lirola e Rogerio. Il segnale di un interesse forte dei bianconeri, che a gennaio, in piena emergenza difensiva, avevano pensato anche di portare subito il classe '98 a Torino, prima di optare per il ritorno in bianconero di Martin Caceres.

IL PIANO DI PARATICI - Un arrivo solo rimandato. Fabio Paratici, infatti, continua a seguire da molto vicino le prestazioni di Demiral. C'era anche lui tra gli osservati speciali del responsabile dell'area Sport della Juve lunedì scorso, quando ha assistito dal Franchi a Fiorentina-Sassuolo. Il piano dei bianconeri è quello di lasciarlo per un'altra stagione in Emilia, prima di portarlo a Torino. Lo stesso progetto che dalle parti della Continassa hanno per un altro difensore classe '98, Cristian Romero. E che, in passato, ha visto come protagonista Mattia Caldara. In attesa di capire quale sarà il big su cui puntare per la difesa della prossima stagione, la Juve guarda al futuro. Un futuro di cui farà parte Demiral.