306
Maurizio Arrivabene è stato chiaro in occasione del suo intervento al forum del Corriere dello Sport, la Juve è destinata a diventare subito più forte e competitiva nonostante la lista degli addii eccellenti si sta allungando giorno dopo giorno. Ora la Juve è impegnata nel forcing a Paul Pogba che sembra tra l'altro stia dando i suoi frutti. E nel frattempo si avvia al rettilineo finale per quel che riguarda la corsa ad Angel Di Maria. L'argentino ha infatti salutato tutti a Parigi, tutto il Psg è anche pronto a riservargli il giusto tributo nella sua ultima apparizione, dopo avergli dedicato anche un post attraverso i propri canali per augurargli il meglio nel futuro. Che salvo clamorosi colpi di scena sarà colorato di bianconero. Contatti continui, l'obiettivo comune, di Di Maria e della Juve, è quello di chiudere l'accordo nel minor tempo possibile. Mentre ormai da qualche giorno filtra solo ottimismo dalla Continassa.
LA SITUAZIONE – C'è l'intesa a livello economico, tra la richiesta di uno stipendio da 8 milioni netti e l'offerta da 7 ci si dovrebbe incontrare a metà strada. Il vero nodo da sciogliere in questi giorni è sempre quello legato alla durata del contratto: l'entourage di Di Maria chiede un accordo di un anno per esaudire il desiderio di Angel di tornare subito in Argentina nella stagione post-Mondiale, la Juve insiste per un'intesa biennale anche (ma non solo) per poter così usufruire dei vantaggi fiscali legati al Decreto Crescita. Niente in ogni caso che possa permettere all'operazione di saltare, ormai tutti gli indizi lasciano intendere che per la definitiva fumata bianca sia solo questione di tempo.