Calciomercato.com

Juve, Elkann: 'Cessione del club non ci interessa. Allegri? Speriamo di vincere ancora con lui'

Juve, Elkann: 'Cessione del club non ci interessa. Allegri? Speriamo di vincere ancora con lui'

  • Redazione CM
  • 62
La cessione della Juventus non è una prospettiva attuale per John Elkann. Il CEO di Exor (holding della famiglia Agnelli-Elkann), poco prima dell'investor day, è tornato a parlare del club bianconero, concentrandosi in particolare sulla possibilità di delisting del titolo Juventus e anche su una possibile cessione della società, argomenti già trattati anche nella recente assemblea degli azionisti del club (23 novembre). Rapido il commento sulla possibilità di togliere da Piazza Affari il titolo della Juventus ("Non commento speculazioni"), più articolata la risposta di Elkann a chi gli chiedeva della potenziale cessione del club bianconero, di proprietà della famiglia Agnelli da 100 anni: "Non siamo avvicinati da fondi e né li abbiamo approcciati. Non è una prospettiva attualo o che ci interessa", riporta Calcio e Finanza.

'OBIETTIVO TORNARE A ECCELLERE' - Elkann si è soffermato sulla situazione della Juve e sulle prospettive future: "L’attuale vertice della Juventus ha risolto tutti i problemi che la società ha avuto in ambito sportivo. Una volta messi dietro questi problemi ci possiamo concentrare sul futuro. È l’anno zero per Juventus, ci sono azioni che sono state messe in atto come l’aumento di capitale necessario per attraversare quest’anno zero e dare la forza per affrontare il prossimo triennio con forte ambizione in campo e fuori per poter eccellere. L’obiettivo è combinare sostenibilità economica e risultati sportivi".

MOMENTO JUVE - Elkann ha commentato brevemente anche l'andamento in campionato dei bianconeri: "Un punto contro l’Inter è un risultato importante, ma dobbiamo avere i piedi per terra".

FUTURO ALLEGRI - Altro tema caldo il futuro di Massimiliano Allegri, Elkann ha risposto così: "È un tecnico che ha vinto tanti trofei, e ci auguriamo di vincerne ancora con lui. Siamo lì in un campionato stimolante, e c’è la Coppa Italia con un percorso ancora tutto da fare. Penso quello che Allegri ha sempre detto: l’importante è tenersi dietro gli altri. Non serve avere grandi aspirazioni, ma partita dopo partita fare punti. Continuiamo così".

Altre notizie